“Cléo robes et manteaux” di Guido da Verona

Print Friendly, PDF & Email

Cleo

Quando mi è stato gentilmente donato questo libro ignoravo, ammetto la mia ignoranza, chi fosse l’autore, non ne avevo mai sentito parlare e ho voluto leggere la sua biografia su Wikipedia per documentarmi meglio sul periodo storico in cui è vissuto

https://it.wikipedia.org/wiki/Guido_da_Verona

nella perfetta postfazione della curatrice del testo, Fiorella Magrin, leggo che è stato “fino al 1930 il principe italiano della trivialliteratur, parola molto chic ma sferzante per definire la letteratura dozzinale, di consumo…”

Ho iniziato a leggerlo senza troppe aspettative e invece l’ho letteralmente divorato come un romanzo dei nostri giorni, modernissimo nonostante sia stato scritto nel 1926, una splendida scoperta di cui ringrazio l’editrice che ha scelto di proporlo perché mai più dato alle stampe dopo l’uscita.

Il narratore e protagonista è un nobile, il conte Consalvo Malachia Gusmano Francesco Maria, ma la vera, formidabile, insuperabile protagonista è indubitabilmente la misteriosa e modernissima Cléo, una femminista ante litteram, molto sui generis, la quale, grazie a un originalissimo escamotage da lei inventato, una lunghissima lettera a cui fa seguito una sua sparizione ad hoc, riesce a far cambiare e poi capitolare il conte che si vanta, a ogni piè sospinto, della sua “corona ferrea” e delle nove palle del suo stemma.

Traggo ancora dalla postfazione di Magrin: “…l’intento dell’autore di divertire e assieme divertirsi è palese: il romanzo mescola con una sublime (auto) ironia tutti i numi tutelari amati e odiati dai quali discende letterariamente…ma Guido da Verona va oltre il divertissement: infatti pagine pur decisamente comiche trattano temi innovativi e ancora oggi non del tutto affrontati e risolti. La parità effettiva tra i sessi nel sesso, per esempio, o la donna imprenditrice…o ancora la moglie divorziata che mantiene ottimi rapporti con l’ex sono argomenti che stupiscono per la loro attualità…”.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*