Marcare la pelle

Print Friendly, PDF & Email

tatuaggi-sondaggioUn momento della vita che deve durare per sempre, come si fissa? Qualcuno lo fa così, incidendolo sul proprio corpo. In passato erano i marinai che venivano a contatto con le popolazioni indigene delle isole del Pacifico, dove il tatuaggio aveva un’importante valenza culturale, i galeotti con i simboli dell’affiliazione della malavita o i circensi come attrazioni per il pubblico.

tatuaggiOggi, nella folle corsa all’esibizione i corpi sono diari.

Disposti a sborsare cifre alte per un disegno o una frase che diventi un marchio originale e unico che trasformi il corpo in visibile, narcisistico, da osservare. Una superficie da ostentare.

La moda dei tatuaggi sta vivendo la sua età dell’oro o dell’euro! Ogni disegno ha una sua storia, un percorso di vita che vien timbrato sulla pelle e comunicato al mondo. Chi lo fa per amore, per la nascita di un figlio, per affetto, per estetica e non solo i più giovani ma anche persone di tutte le età si fanno tatuare immagini simboliche in memoria delle persone care scomparse, o che dedicano parte del loro corpo a tatoo significativi. In breve sono una moda diffusa, un fenomeno collettivo vero e proprio. 5555Dagli egizi ai romani i tatuaggi sono sempre stati presenti nella storia umna, ma oggi sono diventati un modo di vestire il proprio corpo esteticamente e affettivamente. Nell’era globale il corpo esibito è sotto lo sguardo di tutti, diviene un segnale distintivo per non passare inosservati. Sette milioni di italiani hanno scelto di tatuarsi, vorrà dire qualcosa!

Ma si sa le mode sono manie che a volte sfidano il buon senso e quasi sempre sono temporanee e imprevedibili, e se ci si pente? Cambiare idea cosa comporta? Soldi a parte, si ricorre alla chirurgia laser che sbriciola il pigmento colorato e tutto torna candido come prima o quasi.

Le controindicazioni? Sicuramente le patologie cutanee e le reazioni allergiche dovute alle parti traumatizzate dall’ago. Le preoccupazioni vengono dall’igiene che oggi però è tutelata dalla legislazione italiana. Dipingere sulla pelle è divenuta arte e comunicazione. Grazie a materiali e apparecchiature sempre più professionali e alla specializzazione dei tatuatori ritenuti veri e propri artisti che si esprimono attraverso i disegni i pericoli sono ridotti al minimo.

20120418135903In generale lo possiamo considerare un modo per abbellire il corpo, legato all’immagine di sé, alla moda e alla seduzione. Resta il fatto che qualunque sia il motivo, dalla ricerca della propria identità, agli affetti mostrati a tutti, forse portare i ricordi nel cuore è la cassaforte più sicura, ma se volete che il corpo sia una tavola bianca su cui lasciare la vostra traccia, allora meditate prima di decidere di andare dal tatuatore, perché la contromoda sarebbe costosa e dolorosa!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*