L’arte della commedia, al teatro Nuovo Sentiero di Firenze

Print Friendly, PDF & Email

 Eduardo9gr

Oggi ho vissuto un pomeriggio di intense emozioni e di teatro con la T maiuscola con la compagnia GAD Città di Pistoia che ha interpretato la più pirandelliana delle opere di Eduardo De Filippo, “L’arte della commedia”, al teatro Nuovo Sentiero per la regia di Franco Checchi e le scene e i costumi di Fabio Gonfiantini.

Quasi due ore di spettacolo che sono volate via grazie alla bravura attoriale di tutto il cast; i miei più calorosi applausi e complimenti (che già ho fatto de visu al regista) vanno in primis ai due straordinari protagonisti principali, Elvio Norcia nel ruolo del prefetto (l’unico a essere ininterrottamente sul palco per tutta la durata dello spettacolo, un vero tour de force) e Franco Checchi in quello del capocomico Campese.

E ancora applausi di vero cuore a Enrico Melosi nel ruolo del medico condotto, a Fabio Gonfiantini in quello del parroco, a C. Coppola Bottazzi la maestra comunale e a Gennaro Criscuolo il segretario del prefetto: ognuno di loro ci ha regalato un cammeo nel caratterizzare perfettamente con gestualità, abbigliamento e recitazione ad hoc il proprio personaggio.

Concludo con alcune parole tratte dalla brochure di sala “…Eduardo (vuole) accompagnare lo spettatore a riflettere sul rapporto tra realtà e finzione: il teatro osserva la società. Mette l’occhio al buco della serratura per far rivivere sulla scena storie di vita e la società civile vede il teatrp non come un passatempo futile ma come specchio per conoscersi meglio…”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*