Le prime donne tipografe

Print Friendly, PDF & Email

tipografe

Dal 1476 al 1484 le suore domenicane di Sanctum Jacobum de Ripoli (San Giacomo di Ripoli)  stampavano a Firenze. Pubblicarono molti libri. Nel 18° secolo venne scoperto un diario del convento che contiene la registrazione più antica di una compositrice musicale, una suora, che nel 1481/82, stampò una edizione in folio de “Il Morgante”, opera del poeta italiano Luigi Pulci (1432-1484).

A Mantova all’incirca nel 1476 Estellina Conat, moglie del fisico e tipografo Abraham Conat, fu coinvolta nella stampa di uno dei più antichi libri ebraici stampati, una piccola edizione (octavo) di Behinat Olam. Era comune che la moglie di un artigiano lavorasse con suo marito. La bottega e la casa della tipografia del quindicesimo secolo erano mescolate cosicché anche se la moglie non lavorava direttamente alla stampa diventava indubitabilmente molto esperta delle opere che lui faceva.

La prima donna ad aggiungere il suo nome al colophon di un libro stampato come sua tipografa è Anna Ruegerin che pubblicò due edizioni in folio nell’estate del 1484 nella città imperiale di Augsburg nella Germania meridionale. Dopo la morte di suo marito Thomas sembra che Anna abbia preso il pieno controllo della tipografia. Anna usa il carattere Gothic di Johann Schoensperger che continuò a usare fino al 1492.

Nel sedicesimo secolo sempre più donne furono coinvolte nella produzione di libri. Helen Smith stima che “tra il 1550 e il 1650 almeno 132 donne furono attivamente coinvolte nella produzione o nella vendita di libri diretti solo al mercato britannico”.

La maggior parte lavoravano nel pubblicare e vendere libri piuttosto che stamparli e tra coloro che lo facevano molto poche firmavano i loro libri rimanendo anonime o ci si riferisce a loro come eredi del mastro tipografo.

Una delle poche eccezioni fu Girolama Cartolari, nativa di Perugia che, dopo la morte di suo marito nel 1543, gestì la sua tipografia a Roma fino al 1559.

Sebbene abbiamo poche testimonianze delle primissime donne editrici e tipografe ai giorni nostri le donne tipografe ed editrici sono, in qualche modo, eredi di Anna Ruegerin ed Estellina Conat e di molte altre donne anonime che continuano a illuminare e ispirare fino a oggi.

http://ilovetypography.com/2014/10/15/the-first-female-typographer/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*