garanzia-giovani

Garanzia Giovani: quale lavoro e quale futuro?

Print Friendly, PDF & Email

Precariato e disoccupazione sono due tematiche molto calde in Italia, dove la situazione, purtroppo, ad oggi, non tende a migliorare, neanche per i giovani.
Lo sfruttamento di risorse, infatti, continua imperterrito da parte di moltissime aziende e organizzazioni che – per ricevere bonus e contributi statali – agiscono a scapito dei lavoratori.
Lavoratori giovani che non solo si trovano a dover lavorare con l’inganno di ricevere una formazione, che poi non perverrà mai, ma anche subendo orari massacranti oppure senza essere mai retribuiti.

garanzia-giovaniTra le tante criticità emerge il caso Garanzia Giovani.
Difatti, sono più di 15.000 i giovani che – ad oggi – hanno lasciato un mi piace sulla Pagina Facebook di Garanzia Giovani, il Piano Europeo per la lotta alla disoccupazione giovanile, che prometteva e tutt’ora promette – a chi era ed è in cerca di lavoro e si trova ad avere un’età compresa tra i 18 e i 29 anni d’età – la possibilità di intraprendere un percorso di formazione oppure lavorativo, sotto forma di corso gratuito, tirocinio, accompagnamento al lavoro, apprendistato e servizio civile.

L’opportunità, accolta bene dai ragazzi che si sono iscritti al portale, facendo superare le 80.000 iscrizioni, adesso fa acqua da tutte le parti.

Quali sono i risultati?
Sono stati stanziati 1,5 miliardi di euro per il progetto Garanzia Giovani, ma sono molti i ragazzi disillusi, che dopo in media quattro / cinque mesi di lavoro non sono stati ancora pagati dall’Inps: emblematica è la situazione denunciata dal Giornale di Sicilia, che ha dichiarato che nella regione sono arrivati i primi pagamenti, ma ci sono ancora 26 mila giovani che aspettano.

Il fatto più grave è che l’insoddisfazione sia evidente anche sulla pagina Facebook, dove si leggono commenti di ragazzi demotivati e che rispondono ironicamente oppure con rabbia e disprezzo agli annunci pubblicati sulla pagina, la quale oramai non è più aggiornata dal 25 di luglio.
C’è chi ha chiesto la cancellazione dal servizio e ha dato le dimissioni all’azienda presso cui aveva iniziato un percorso, chi aspetta invano un colloquio, chi è in attesa di un pagamento oppure chi l’ha ricevuto, ma in ritardo.

Tra i commenti:

11 dicembre: Siete ridicoli, vergognatevi… questo è solo sfruttamento giovani. Dopo sei mesi non ho ancora visto un centesimo, disorganizzazione massima. Voi che siete ancora in tempo non iscrivetevi, avranno solo sgravi fiscali e bunus le aziende che assumeranno gli stagisti.

2 dicembre: Quando si riapre questa benedetta “finestra” con le nuove risorse? Ma è possibile che i soldi finiscono ogni di continuo?

1 dicembre: Una tragicommedia senza fine. Incentivare le imprese e le attività affinché introducano i giovani nel modo del lavoro… pur sapendo di non poter liquidare i “rimborsi”. La gogna ce vò! La più grossa barzelletta della storia moderna.

1 ottobre: “Garanzia Giovani” farà la stessa fine delle “Borse Lavoro”, “PIP (Piani inserimento Professionale)”, “Work Experience”, “Tirocini Train On The Job” ecc. Ogni anno tirano fuori un nome diverso sfrutteranno i giovani per sei mesi, i datori di lavoro ne approfitteranno come sempre e non si creerà un solo posto di lavoro. Garantito!!!!!!

19 agosto: Ma qualcuno di voi da quando ha cominciato uno stage con garanzia giovani ha mai visto qualche soldo? no perché io sono 5 mesi che aspetto e un mia amica 6 e siamo entrambe di Roma.

Il problema diventa importante dal momento in cui che le questioni sollevate online non sono ancora state – nella maggior parte dei casi – risolte e nessuno si sia interessato a rispondere pubblicamente a questi ragazzi che sono intervenuti sulla Pagina Ufficiale di Garanzia Giovani.

Parliamo di digitalizzazione, di smart-governance e di smart-city, di interesse per la disoccupazione e per le generazioni di domani, si parla anche di voler proseguire il Programma Garanzia Giovani…
Ma in questo caso dove sono finite le istituzioni, non utilizzano più i social network?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*