droidcon 2016

Capo mandami al droidcon! L’evento per gli sviluppatori Android arriverà a Torino

Print Friendly, PDF & Email

droidcon 2016Droidcon l’evento numero uno per gli sviluppatori, per i programmatori e per i curiosi Android, si avvicina! La manifestazione torinese, infatti, si distingue – ormai da anni – nel panorama italiano per aver sempre portato alla ribalta le novità tecnologiche e l’innovazione del mondo Android a disposizione dei suoi partecipanti.

Ma quali dovrebbero essere i motivi per non mancare a droidcon 2016?
Innovation, Improvement e Connection sono le parole chiave prese in considerazione da Synesthesia Srl, società organizzatrice dell’evento, impegnata nello sviluppo di piattaforme user-friendly e su misura.

  • Innovation, innanzitutto, perché tramite droidcon 2016, per prima cosa, sarà possibile per coloro che presenzieranno all’evento venire a conoscenza delle novità in ambito tecnologico nate nel mondo Android, a partire dalle app per smartphone e smartwatch alle recentissime smart car.
  • Improvement perché l’evento consentirà a tutti – tramite diverse sessioni – di apprendere le best practise per utilizzare al meglio le nuove tecnologie, quindi sviluppare le proprie competenze tecniche.
  • Connection: non mancherà la possibilità di creare network e reti sociali al fine di, perché no, creare collaborazioni proficue e partnership, nonché avere consigli su come procedere nello sviluppo di nuovi progetti.

Per partecipare all’evento, che si terrà il 7 e l’8 aprile 2016 a Torino, presso il Centro Congressi Lingotto, è sufficiente registrarsi sul sito ufficiale droidcon 2016.
Inoltre, si potranno seguire gli aggiornamenti, sia consultando la pagina Facebook dedicata, sia Twitter @droidconit, seguendo anche l’hashtag #droidconit.

Attualmente per chi fosse uno degli Android enthusiast ricordiamo che droidcon Italy in collaborazione con GDG Torino stanno organizzando anche un HUB, al Talent Garden di Torino, per consentire a tutti di partecipare telematicamente all’evento organizzato da Google chiamato #hashcode: l’iscrizione gratuita e solo fino al 9 febbraio 2016.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*