foto_gianni_forlastro

droidcon 2016: a Torino si riunisce il mondo Android

Print Friendly, PDF & Email

Che Android sia il sistema operativo utilizzato su più di un miliardo di dispositivi in tutto il mondo, è ormai noto. Infatti, sono tantissimi i device Android, a partire dagli smartphone, fino agli ultimissimi wearable e alle innovative smart tv. Ma come deve comportarsi lo sviluppatore per creare applicazioni in linea con le esigenze del cliente e soprattutto per seguire ed anticipare l’innovazione?
Per questo motivo nasce droidcon Italy, la conferenza numero uno in Italia, nel settore Android, che, dedicata agli sviluppatori e ai programmatori, ma anche agli appassionati e ai curiosi, presenterà diverse novità per l’edizione 2016.foto_gianni_forlastro

Italianotizie ha avuto l’occasione di intervistare Gianni Forlastro, Event & Communications Manager di droidcon, che ci ha anticipato alcune peculiarità di droidcon 2016.


1 – droidcon 2016 coinvolgerà speaker provenienti da tutto il mondo e di un certo calibro nel settore Android. Quali sono le novità che dobbiamo aspettarci da questa scoppiettante edizione?
Ciao Livia e grazie per l’interesse verso il droidcon Italy.
Quest’anno abbiamo davvero superato il livello già molto alto dello scorso anno per quanto riguarda gli speaker: oltre agli esperti Google avremo anche sviluppatori che lavorano in Facebook, Spotify, Deezer, Trello, Intel e addirittura dalla NASA!
E’ stato quasi un onore ricevere tutte queste candidature e ci spiace non essere riusciti ad accontentare tutti: abbiamo avuto oltre 150 richieste di talk, la maggior parte internazionali!
Le novità saranno moltissime… anche perché, vista la provenienza degli speaker, sono proprio loro che creano l’innovazione!

2 – La tecnologia Android ha compiuto passi da gigante soprattutto per quanto riguarda la rivoluzione grafica messa in atto da Google. Che valore si darà alla grafica in droidcon 2016 e quali conferenze consigli di seguire ai designer?
Ci sono vari fattori che possono trasformare una semplice app in una app di successo: tra questi compaiono sicuramente la User Interface e la User Experience!
Sono due fattori che molto spesso vengono messi da parte, ma dietro ogni componente e schermata ci sono ore e ore di studio.
Al droidcon daremo molto spazio a tutto questo, con molti talk interessanti come “UXMatters” del Google Developer Expert Wiebe Elsinga, che da anni ci delizia con chicche incredibili del pianeta Google!
(http://it.droidcon.com/2016/sessions/uxmatters/)
Sapete come strutturare la vostra app ma avete difficoltà a comprendere i layout? Dopo aver seguito “Loving Lean Layouts” di Huyen Tue Dao, non ci saranno più segreti per voi!
(http://it.droidcon.com/2016/sessions/loving-lean-layouts/)
Quindi, abbiamo dato carta bianca ai nostri esperti più creativi, per spiegare ai partecipanti tutto il necessario e… anche di più!

3 – Il settore automotive e il mondo wearable sono le ultime frontiere di sviluppo tecnologico. Come si può operare nel mondo Android, senza escludere queste due realtà?
Android è ormai sotto gli occhi di tutti: non solo smartphone e tablet, ma anche smartTV, navigatori (con androidAuto) e soprattutto wearable. Durante lo scorso droidcon Italy abbiamo dato molto spazio ai talk degli esperti che ci hanno raccontato come sviluppare app per auto e per gli smartwatch.
Anche quest’anno consiglio di non perdere assolutamente alcuni interventi come, ad esempio, quello proposto da Michelantonio Trizio e Tiziano Basile dal titolo “Pimp My Watch”, in cui parleranno delle nuove potenzialità del “robottino verde” in ambito wearable (http://it.droidcon.com/2016/sessions/pimp-my-watch/).

4 – Il format droidcon è un format internazionale. Come avete declinato questo grande evento nel panorama italiano? Quali obiettivi sperate di raggiungere quest’anno?
Devo dire che già dalla prima edizione il pubblico ha risposto in maniera molto positiva: siamo passati dai 250 partecipanti del 2014 agli oltre 700 del 2015!
Abbiamo cercato di mantenere il format internazionale, infatti la lingua ufficiale è l’inglese e tutti i talk sono in lingua… ma nessuno si spaventa, anzi, è proprio questo che rende “diverso” il droidcon da tutte le altre conferenze informatiche d’Italia.
Quest’anno cercheremo di superare quei numeri e le premesse ci sono tutte: a 2 settimane dall’evento siamo già a 550 iscritti e stiamo raggiungendo la quota massima per l’hackathon.

Vi aspettiamo tutti il 7 e l’8 Aprile al Centro Congressi Lingotto!

La nostra redazione vi ricorda che si potranno seguire gli aggiornamenti su droidcon Italy, sia consultando la pagina Facebook dedicata, sia Twitter @droidconit, seguendo anche l’hashtag #droidconit.

Per partecipare alla conferenza, è possibile registrarsi ed acquistare un biglietto su it.droidcon.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*