Salone del Libro: Torino si rilancia!

Print Friendly, PDF & Email

A distanza di mesi ancora non si sono spente le polemiche del passaggio da Torino a Milano del Salone Internazionale del Libro, storica fiera editoriale nata nel capoluogo Piemontese e che anno dopo anno ha regalato alla città primati ed eventi memorabili.

A ragion veduta dopo i deludenti risultati in termini di presenze : la prima edizione milanese di “Tempo di Libri“, fortemente voluta dagli editori dell’Associazione Italiana Editori (Aie), ha coinvolto, in 5 giorni d’evento, 552 editori, 720 eventi con 2.000 ospiti ma solo 60.796 presenze in Fiera, ben al di sotto delle previsioni fissate, prima dell’evento, a 80.000.

Torino cerca quindi la sua rivincita personale dopo la rottura con l’Aie e apre i battenti della sua 30esima edizione dal 18 al 22 Maggio 2017.

E lo fa innanzitutto presentando la 14a edizione del Salone Off, che espande il programma ufficiale del salone in tutta la città di Torino e in 10 località dell’area metropolitana: l’Assessora Leon l’ha definito un vero e proprio “Salone parallelo” dato il ricco cartellone.

Durante i 20 giorni di programmazione sono previsti oltre 500 appuntamenti – quasi tutti a ingresso  gratuito – distribuiti in oltre 250 luoghi, che coinvolgono le 8 circoscrizioni della Città di Torino, altre 10 città dell’area metropolitana (Chieri, Chivasso, Ivrea, Moncalieri, Nichelino, Pinerolo, Pino Torinese, Rivoli, San Giorgio Canavese e Settimo Torinese) e 4 comuni del Piemonte (Alessandria, Asti, Fossano e Saluzzo) che con il programma Voltapagina ospitano autori nelle carceri.

Ma il vero spettacolo è quanto avverrà all’interno del salone.
Come ha dichiarato il direttore editoriale Nicola Lagioia i numeri di questa nuova avventura Piemontese sono importanti “[..] saranno 45 mila metri quadri di superficie espositiva dei padiglioni del Lingotto Fiere: circa 11 mila i metri quadri commerciali (il 10% in più dello scorso anno) allo stato attuale occupati da 424 titolari di stand (nel 2016 erano 338), a cui si sommano i 9 stand dei progetti speciali. Complessivamente il trentesimo Salone del Libro propone ad oggi 1.060 case editrici, dando vita a un programma che conta circa 1.200 appuntamenti disseminati nelle 30 sale a disposizione del pubblico, che vanno dai 600 posti della più grande, la Sala Gialla, ai 20 dei laboratori didattici.

Il totale delle case editrici è rappresentato dalle 390 con stand proprio, da altri 360 editori italiani e stranieri ospitati da stand di colleghi, dalle presenze di 10 fra case discografiche ed editori musicali accolti nell’area ad essi dedicata e da quelle inserite nei 12 spazi regionali di Piemonte, Toscana (regione ospite), Basilicata, Calabria, Friuli, Lazio, Marche, Puglia, Sardegna, Sicilia, Umbria e Valle d’Aosta, oltre all’area di Matera 2019, e nei tre stand internazionali di Cina, Romania e Marocco, che insieme accolgono all’incirca ulteriori 300 realtà editoriali dei loro territori”.

L’intero programma può essere consultato a questo indirizzo.

Ricordiamo, infine, che la sede della manifestazione è il Lingotto Fiere in via Nizza 280 (Torino) e che l’apertura al pubblico sarà dalle ore 10 alle ore 20, dopo di che si lascerà spazio al Salone Off con concerti ed eventi in tutta la città.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*