Salone del Libro di Torino : un successo (in)aspettato!

Salone del Libro di Torino : un successo (in)aspettato!

Print Friendly, PDF & Email

Su queste pagine vi avevamo anticipato la nostra partecipazione alla 30esima edizione del Salone Internazionale del Libro, che si è svolto a Torino dal 18 al 22 Maggio 2017, e di come l’evento, l’organizzazione e la città stessa avrebbero provato a reagire agli attacchi di Milano che nei mesi scorsi, anche con la complicità dei “Grandi Editori”, aveva cercato di portarla via dal capoluogo Piemontese.
La partita a distanza è stata vinta, senza alcun dubbio, da Torino e dai migliaia di lettori che si sono riversati tra gli stand degli editori in queste giornate.

I numeri parlano chiaro: l’edizione Torinese si è conclusa con una presenza di 165.746 i visitatori, di cui 140.746 al Lingotto e oltre 25mila al Salone Off, a fronte dei poco più di 60.700 visitatori dell’edizione del capoluogo Lombardo.
Una risposta che tutta la città, e non solo, ha voluto dare a Milano, con numeri mai visti prima e quasi tre volte superiori a Tempo di Libri, oltre alle vendite in crescita del 20% per quasi tutti gli editori che hanno partecipato alla manifestazione: oltre a quelli degli editori, spiccano i 12 mila volumi venduti all’interno della Piazza dei lettori da parte del Consorzio delle Librerie Indipendenti torinesi Colti, associazione nata proprio nelle settimane scorse.

Può finalmente gioire e tirare un sospiro di sollievo il comitato organizzativo, composto da Massimo Bray, presidente della Fondazione per il Libro, la Musica e la Cultura, il vice presidente Mario Montalcini e il direttore editoriale Nicola Lagioia, al punto di aver già fissato le date per la prossima edizione che si svolgerà dal 10 al 14 Maggio 2018.

Ripercorriamo velocemente gli appuntamenti che hanno reso grandi queste cinque giornate.
Il salone è stato inaugurato dal Presidente del Senato della Repubblica Pietro Grasso, alla presenza dei Ministri dell’istruzione, dell’università e della ricerca Valeria Fedeli e dei beni e delle attività culturali e del turismo, Dario Franceschini.
Non sono mancati gli interventi dei politici nelle diverse giornate della manifestazione con le presenze della Ministra della difesa Roberta Pinotti, del Ministro degli interni Marco Minniti e del Presidente del Parlamento Europeo Antonio Tajani, oltre alla delegazione dell’Emirato Arabo di Sharja con il Presidente del National Heritage Institute e l’ambasciatore del Cile in Italia Fernando Ayala.

Grandissima affluenza, in tutti i giorni del Salone, nelle sale: oltre 80.000 persone complessive per eventi che hanno visto susseguirsi volti noti quali Maria De Filippi, Luciana Littizzetto, Pietro Grasso, Pif, Daniel Pennac, Africa Griot, Carlo Boccadoro, Shade, Oscar Farinetti, Paolo Crepet, Vittorio Sgarbi, Amitav Gosh, Luciana Capretti, Gianni Minà, Luis Sepúlveda, Carlo Petrini, Zerocalcare, Richard Ford, Corrado Augias, Fabrizio Gifuni, Roberto Recchioni, Gigi Cavenago, Daria Bignardi, Concita De Gregorio, Emily Witt e Ferruccio De Bortoli.


Menzione d’onore va a Roberto Saviano: il sold out, prevedibile già dal momento dell’annuncio della sua presenza a Torino, ha visto i fan mettersi in coda ben 5 ore prima dell’ingresso ufficiale in Sala Gialla.
Pur avendo un libro in promozione, ha preferito lasciar posto alle parole, al racconto di episodi della Storia Italiana che contraddistingue l’autore.
Amo il Salone del Libro: in un mondo veloce, qui ognuno si riappropria del suo tempo, per parlare, ascoltare, sfogliare il libro“, ha esordito Saviano proseguendo ricordando che “le parole sono importanti, attraverso il libro ci toccano, ci arricchiscono, ci trasformano“.
Molto del suo intervento è stato dedicato alla vita umana e professionale di Falcone, all’anniversario dalla sua morte: “Falcone combattè con la sua intelligenza e il suo coraggio questo clima di diffamazione – ha spiegato Saviano – parole che alcuni poteri gli scagliavano contro per gettare fango sulla sua attività“, mostrando una video intervista direttamente da Youtube.

I canali social hanno avuto, come sempre, un ruolo fondamentale per il successo: su twitter sono stati contati oltre 160 eventi con il live tweeting, più di 1000 tweet originali per un totale di 2,25 milioni di visualizzazioni, il profilo Instagram ha incrementato i follower di oltre 4.100 unità e “le storie” hanno una media di 1.000 visualizzazioni giornaliere.
Su Facebook c’è stato il vero live : sono state realizzate dirette, articoli di approfondimento e highlights della giornata: la pagina ha avuto un incremento di
oltre 57.770 like e con visualizzazioni record di oltre 380.460.

Il successo è stato quindi a 360°, segno che il Salone Internazionale del Libro di Torino è vivo.
Oggi più che mai.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*