Da Vigile del Fuoco a coordinatore camminata

Print Friendly, PDF & Email

 “Ho vissuto in prima persona lo strazio delle zone colpite dalla terribile tragedia del terremoto. Ho prestato soccorso proprio ad Amatrice e anche Ascoli Piceno. Ho visto con i miei occhi, ho toccato con le mie mani il dolore e le difficoltà che le popolazioni soffrivano, non posso essere insensibile verso le situazioni critiche che ancora vivono…”.

A testimoniare l’immenso operato svolto dai Vigili del Fuoco nelle zone del Centro Italia colpite dal sisma è Guglielmo Causarano, in primis Vigile di professione e poi responsabile organizzativo della Associazione Sportiva Dilettantistica Running, Trail e Walking “NO al doping e alla droga” che ha come obiettivo quello di promuovere, organizzare e diffondere la sana cultura sportiva, contro ogni forma di uso di sostanze dopanti e che oggi ha “colto l’invito sportivo benefico, da parte del direttore ginnico, dott. Antonio Occhipinti, del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Ragusa, in quanto la nostra associazione è volta alla solidarietà e alla diffusione dello sport come mezzo sociale di aggregazione tra le persone, dunque l’obiettivo di Socc…Corri e Cammina per Amatrice, cioè il progetto di una raccolta fondi destinata alle persone coinvolte dall’ultimo evento sismico dell’Italia centrale rispecchia perfettamente lo spirito che ci anima e per questo insieme ai Vigili del Fuoco di Ragusa stiamo cercando di portare il nostro aiuto, forse piccolo, ma fatto con immensa dedizione per sostenere e alleviare le difficoltà che quelle popolazioni stanno ancora affrontando. Il nostro è un coinvolgimento diretto perché parteciperemo ma al contempo promuoveremo l’iniziativa sportiva per aumentare il numero di persone che nella giornata del 3 settembre ne prenderanno parte, affinché la prevista raccolta fondi si trasformi in un concreto sostegno”.

Lei è un Vigile del Fuoco, solitamente l’immaginario collettivo vi vede impegnati nell’emergenza, in questo caso siete in una veste anomala? “Contemporaneamente all’assistenza alla popolazione, alle operazioni di messa in sicurezza e rimozione delle macerie, l’attività dei Vigili del Fuoco può svolgersi anche su altri fronti e infatti dalla punta estrema della Sicilia sud orientale stiamo cercando di dare una mano attraverso una manifestazione sportiva collegata alla solidarietà. Manca circa un mese alla data di partenza, i lavori procedono, stiamo dipanando gli ultimi fili di questa grande macchina organizzativa che vuole coinvolgere persone provenienti da più Province della Sicilia e anche oltre, perché, e ci fa molto piacere constatarlo, sono tante le associazioni podistiche e sportive di camminatori che hanno accolto l’invito. Prevediamo, di conseguenza, un alto numero di partecipanti nonostante il periodo estivo, con molti in ferie oppure rilassati, fuori allenamento e fuori forma. Tuttavia, visto il nobile obiettivo, cercheremo di coinvolgerne tantissimi, senza se o ma”.

Sarà una vera manifestazione sportiva agonistica ma anche amatoriale? “Assolutamente sì. Proprio la nostra Associazione ha la sezione “camminatori”, inoltre hanno confermato l’adesione anche le Associazioni sul territorio: Amunì, Siemu a peri e i Tre colli di Scicli, tutti impegnati a partecipare agonisticamente ma anche come camminatori sportivi. Per aumentare la possibilità di condivisione abbiamo suddiviso l’evento in due parti.  Gli atleti aderenti alla camminata sportiva partiranno alle 7.00 del mattino dalla zona Selvaggio, alle ore 8.00 prenderà il via la corsa vera e propria. Ci tengo a precisare che non ci sarà un vincitore perché in questo caso a vincere deve essere la solidarietà. Infine alle 9.00 da piazza Duca degli Abruzzi a Marina partirà la Family run di soli 4/5 chilometri, aperta a coloro che senza alcuna velleità sportiva vogliono intervenire con la propria adesione ludico-sportiva all’iniziativa.

Lungo tutti i percorsi, in collaborazione con i Vigili del Fuoco di Ragusa e alcuni volontari predisporremo la sicurezza ovvero il blocco del traffico agli incroci stradali da Ragusa a Marina di Ragusa e poi ogni 5 chilometri abbiamo previsto dei ristori forniti di acqua per reintegrare l’equilibrio idrico salinico degli atleti che si impegneranno in uno sforzo fisico non indifferente vista la distanza di 21 chilometri da coprire. Anche il lungomare di Marina sarà chiuso al traffico per facilitare il percorso delle tante persone di buon cuore che siamo sicuri aderiranno. Inoltre tutti i partecipanti avranno diritto a un fresco e goloso premio, un gelato da consumare presso le gelaterie Caffè delle Rose, La sorbetteria e Caffè Roma di Piazza duca degli Abruzzi, che hanno voluto aderire in questo modo al progetto di solidarietà”.

E lei, signor Causarano, in che veste parteciperà? “Sono vigile e anche atleta ma in quella giornata svolgerò il compito di coordinatore impegnandomi al massimo affinché tutto proceda senza intoppi e prodigandomi nella soluzione di eventuali problematiche in modo che tutto si svolga nel migliore dei modi e perché no anche divertendomi”.

Appuntamento al 3 settembre per gli amanti delle camminate non competitive ma solidaristiche attraverso le bellezze naturalistiche del nostro territorio che si troveranno lungo i 21 chilometri da percorrere.  Un’ottima occasione per fare della sana attività fisica in compagnia, trascorrere una mattinata in allegria, ed al contempo fare del bene a chi ne ha più bisogno. L’auspicio degli organizzatori: “Vi aspettiamo numerosi”. Per adesioni e informazioni: Guglielmo Causarano 331 5785084

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*