Artiglieri con il cuore per i cuori aspettando il raduno nazionale

Print Friendly, PDF & Email

Anche l’Associazione Nazionale Artiglieri d’Italia, per iniziativa del suo Presidente il Generale di Brigata Rocco Viglietta, risponde presente ed accorre in aiuto della popolazione di Amatrice colpita, come noto, dal terribile terremoto dell’agosto 2016.

Su suggerimento del sindaco della cittadina, Sergio Pirozzi, sono stati acquistati e donati sette defibrillatori automatici “I PAD” comprensivi di piastre pediatriche e teche da esterno che saranno posizionati in luoghi pubblici della cittadina risultando dunque validi strumenti per la sicurezza sanitaria della collettività.

Alla cerimonia di consegna delle apparecchiature presenti, oltre allo stesso primo cittadino, i vertici del sodalizio: il Generale Viglietta, il Generale di Divisione Sergio Fiorentino e il Generale di Brigata Pierluigi Genta.

Parole di soddisfazione del sindaco che ha precisato che la propria cittadina “è viva grazie agli Italiani”, i quali (effettuando una donazione sul cc bancario 000000005050 presso la BCC di Roma) hanno permesso al comune di sostenere importanti spese come i sostegni alle imprese familiari.

Da parte sua, il Generale Viglietta ha espresso tutta la vicinanza della sua associazione che si esprime, concretamente, anche grazie alla collaborazione con la dottoressa Tatiana Bianchetti, presidentessa di “Il Cammino di Francesco ONLUS”, promotrice del Progetto Cuore, volto a fornire esami cardiologici gratuiti per i ragazzi delle scuole; nel caso di Amatrice, saranno sottoposti a screening i bambini di tre anni, fino ai ragazzi di diciotto. In tale contesto, l’A.N.Art.I., con un ulteriore contributo finanziario da parte della propria sezione di Rieti, contribuisce all’acquisto di piccoli doni a favore dei più piccoli.

Intanto sono stati annunciati i dettagli del prossimo grande evento che vedrà gli artiglieri celebrare il proprio XXX raduno nazionale, che cade nel centenario della vittoria della Grande Guerra, sul Piave, sulle cui sponde l’Esercito Italiano, da solo, prima fermò con uno sforzo sovraumano l’avanzata delle armate austroungariche e tedesche e poi dette vita a un’inarrestabile controffensiva che avrebbe portato a sbaragliare completamente l’esercito nemico.

Dal 21 al 24 giugno 2018, la città di Montebelluna ospiterà i circa diecimila Artiglieri che prenderanno parte al raduno, che quest’anno, per intese già intercorse con l’Ispettorato dell’Arma di Artiglieria, coinciderà con la Festa dell’Arma, celebrata normalmente il 15 giugno di ogni anno. In conseguenza di ciò, alla solenne cerimonia militare saranno presenti le Bandiere dei Reggimenti esistenti, oltre alla Bandiera di Guerra dell’Arma Artiglieria, custodita presso il Comando Artiglieria di Bracciano.
Ecco il programma di massima:

– giovedì 21 giugno, dopo l’arrivo del Medagliere Nazionale, che sarà affidato temporaneamente al Sindaco di Montebelluna, seguirà, in Municipio, la conferenza stampa di presentazione dell’evento. Nel pomeriggio, vi sarà la cerimonia di premiazione degli studenti delle Scuole dei vari ordini del Comprensorio, vincitori del concorso inerente alle ricerche storiche sulla Grande Guerra;
– venerdì 22 giugno, si terranno le cerimonie di Omaggio ai Caduti presso i vari monumenti e sacrari dei Comuni della zona, fra cui Pederobba, Cornuda, Giavera del Montello, Fagarè della Battaglia, Isola dei Morti nel territorio di Moriago, seguirà, nel pomeriggio, l’apertura della Mostra documentaria sulla Grande Guerra. In seratà avranno luogo nelle varie piazze di Montebelluna concerti di cori e bande locali;
sabato 23 giugno, avrà luogo prima la solenne Cerimonia al Sacrario di Nervesa della Battaglia per commemorare la Battaglia del Solstizio, successivamente presso il Cimitero austriaco di Follina, alla presenza di una delegazione della Osterreichisches Schwarzes Kreuz (Croce Nera) austriaca saranno resi gli onori ai caduti degli eserciti a quel tempo avversari. A entrambe le cerimonie prenderà parte anche una rappresentanza dei reparti di artiglieria dell’Esercito Italiano e delle delegazioni estere delle associazioni d’artiglieria francese e britannica. Alle 17 dello stesso giorno, avrà luogo, alla presenza delle delegazioni A.N.Art.I. e i loro Labari, l’alzabandiera nella Piazza del Municipio e la deposizione di una corona al Monumento ai Caduti, che segneranno l’inizio ufficiale del Raduno. Seguirà la Santa Messa in suffragio dei Caduti di tutte le guerre;
– domenica 24 giugno, si terrà la solenne cerimonia celebrativa allo Stadio Comunale, alla presenza delle Autorità civili e militari a livello nazionale, regionale e locale, che vedrà schierati oltre i radunisti e le rappresentanze delle Associazioni sorelle straniere, anche le Bandiere dell’Arma di Artiglieria e dei Reggimenti, i Gonfaloni dei Comuni della zona e un Reparto di Artiglieria di formazione con i rappresentanti delle varie Specialità dell’Arma. Nel pomeriggio, l’ammainabandiera, sempre in piazza del Municipio, concluderà la manifestazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*