Ragusa torna alla vittoria

Ragusa torna alla vittoria

Print Friendly, PDF & Email

Quando a rugby si gioca in 15 contro 15, con il trentunesimo uomo in campo che si limita a far rispettare le regole, nel novantanove percento dei casi a vincere è sempre la squadra più forte.

Stamattina, al campo di via della Costituzione di Ragusa, per la seconda giornata della fase Play Off valevole per la promozione in serie B, la squadra di coach German Greco ha affrontato, e battuto in modo piuttosto netto, il Salento XV Trepuzzi, cancellando così la sconfitta di otto giorni orsono sul campo di Reggio Calabria, e superando in classifica proprio i leccesi, che al debutto di questa seconda fase avevano battuto i campani del Santa Maria CV.

I bianconerazzurri, bisogna dirlo, oggi non hanno giocato benissimo, e per lunghi tratti, hanno peccato di presunzione, lasciando spesso il pallino del gioco in mano ai salentini. Ma la differenza tecnica e atletica tra le due squadre, almeno per quello visto durante gli ottanta minuti di gioco, è stata così grande che, alla fine, i ragusani hanno portato a casa la vittoria apparentemente senza grande fatica.

I primi venti minuti sono tutti di marca iblea e già al 3°, grazie al piede del neo acquisto Francesco Failla, i padroni di casa passano in vantaggio.

Con Failla schierato ad estremo e Cameron Del Moro nell’insolita posizione di trequarti centro, la squadra di coach Greco ha assunto una fisionomia diversa rispetto a quella cui siamo stati abituati durante la prima parte di stagione, e certamente più offensiva.

È proprio l’australiano ibleo che, all’11°, abbatte un paio di avversari che gli si parano davanti e va a schiacciare in meta al centro dei pali. Per Failla aggiungere due punti è uno scherzo. 10-0.

I ragusani hanno ancora un paio di occasioni per allungare ma, intorno al ventesimo, alzano di colpo il piede dall’acceleratore, lasciando le redini del gioco ai pugliesi. In questa fase gli ospiti per due volte cercano la via dei pali ma il calciatore giallorosso non è in giornata. Per il resto solo tanto possesso ma nessun rischio concreto per la difesa iblea.

Allo scadere del primo tempo i ragusani decidono di riaccelerare e tornano a superare la fatidica linea con Adriano Scrofani. Failla centra i pali. 17-0.

La seconda frazione di gioco si apre con la doppietta di Ivan Dinatale, che nel frattempo aveva preso il posto di Del Moro. Al 45° conclude una bella azione dei trequarti ragusani, al 47° approfitta di uno svarione difensivo dei giocatori ospiti per segnare la meta che dà ai padroni di casa il punto di bonus. In entrambi i casi Failla trasforma.

Sul 31-0, e con il bonus conquistato, la partita si fa meno interessante. La “monotonia” viene interrotta dalla meta di Daniele Gulino, al 67°, che Failla non trasforma, e da quella della “bandiera” del Trepuzzi, dopo un intercetto nei 22 iblei. Il 38-7 finale è la giusta foto di un incontro che è sembrato già segnato fin dai primi minuti.

German Greco, a fine partita, è contento per la vittoria ma non per come i suoi uomini hanno affrontato l’incontro: «Queste sono partite nelle quali bisogna segnare ogni volta che se ne ha l’opportunità. E poi non si possono concedere 15 punizioni agli avversari. Se la partita fosse stata più tirata potevamo anche rischiare di perderla».

Adesso il campionato osserverà due settimane di pausa per gli impegni della Nazionale nel Sei Nazioni. Alla ripresa, il 18 febbraio, il Ragusa ospiterà il Santa Maria CV.

 

 

© Copyright, www.italianotizie.it. Tutti i diritti riservati. I testi, le immagini, i file video, i file audio e la grafica contenuti in questo sito sono soggetti a copyright e ad altre forme di tutela della proprietà intellettuale. È vietata, senza il previo consenso scritto dell’editore la riproduzione o la trasmissione, anche parziale, del materiale grafico e testuale contenuto nel sito. Tale consenso, quando rilasciato, pone come condizione espressa che sia citata in maniera esplicita la fonte del materiale. È altresì vietata, ai terzi in qualsiasi forma o con qualunque mezzo, l’alterazione o la distribuzione del materiale.

2 commenti

  1. Ottimi i tuoi articoli specialmente sul rugby Ragusa ,sono seriamente dispiaciuto della tua assenza di articoli e rubriche sul sito del Ragusa rugby

  2. Author

    Grazie per il complimento, cercheremo su queste pagine di dare ancora più informazioni sul Ragusa Rugby. Continua a seguirci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*