Il sorpasso, al Teatro della Corte di Genova

Il sorpasso, al Teatro della Corte di Genova

Print Friendly, PDF & Email


Il viaggio come momento di crescita, artefice di incontri, un luogo-non luogo in cui tutto può accadere, il viaggio come metafora della vita e della morte: al Teatro della Corte ieri sera con “Il sorpasso”, adattamento teatrale del celebre film del 1962 di Dino Risi ad opera di Micaela Miano e per l’ottima regia di Guglielmo Ferro, si è vissuto un viaggio davvero magico grazie alle perfette, straordinarie scenografie di Alessandro Chiti a cui vanno i miei primi complimenti e applausi. Ha saputo rendere omaggio al film, che era naturalmente in bianco e nero, ammantandolo di colori, di strutture scenografiche originalissime su cui si muovono i tanti protagonisti. Complimenti anche ai costumi di Francoise Raybaud e alle musiche di Massimiliano Pace che contribuiscono alla magia dell’insieme.
Si merita anche qui i miei più calorosi, anche se virtuali, applausi e tanti sinceri complimenti Giuseppe Zenno che riveste il ruolo che fu, nel film, di Vittorio Gassman. E’ camaleontico, sbruffone, inarrestabile, affabulatore ma, alla fine, profondamente solo, in cerca di compagnia e di affetto: bravissimo a dare al suo Bruno tutte queste sfaccettature. E insieme a lui in questo viaggio nato, per caso, in un agosto deserto, c’è un bravo Luca Di Giovanni, che caratterizza il suo Roberto (che nel film era Jean Louis Trintignant) con la sua goffaggine e la sua timidezza, con i suoi silenzi-assensi: complimenti anche a lui.
Insieme ai due protagonisti, nei vari ruoli via via necessari per gli incontri di Bruno e Roberto, ci sono Cristiana Vaccaro, Marco Prosperini, Simone Pieroni, Pietro Casella, Francesco Lattarulo e Marial Bajma Riva: applausi a tutte/i loro.
Si replica fino a domenica, entrate nel viaggio di Bruno e Roberto al Teatro della Corte!

1 commento

  1. Critica che come al solito si dimentica sempre deglivaltri attori come se fossero di passaggio per caso Grazie per l’attenzione….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*