Orfeo ed Euridice, al Teatro Altrove di Genova

Orfeo ed Euridice, al Teatro Altrove di Genova

Print Friendly, PDF & Email


In un piccolo teatro nel cuore dei carruggi di Genova ieri sera è stata emozione ininterrotta, commozione ed empatia, grazie a “Orfeo ed Euridice”, una breve ma intensa pièce diretta dal regista argentino César Brie e interpretata da Giacomo Ferraù e Giulia Viana.
Giacomo e Giulia sono una coppia innamorata che si trova a dover affrontare il dramma di un incidente stradale dopo il quale lei rimane in stato vegetativo per lunghi anni, sempre amorevolmente accudita dal suo compagno che prova a combattere contro l’accanimento terapeutico. Giacomo-Orfeo, alla fine, decide di lasciar libera da quella vita non-vita la sua amatissima Giulia-Euridice perché “gliel’aveva promesso”: con pochi oggetti in scena e una gestualità assolutamente originale e commovente che arricchisce la loro recitazione Ferraù e Viana hanno interpretato vari ruoli e ci hanno fatto stare in un’apnea emotiva che ha provocato, poi, applausi intensi, prolungati e colorati da “bravi” da parte di tutta la platea.
Deliziosa l’altra parte interpretata da Ferraù, quella di un Caronte siculo davvero doc, un po’ mafioso nel look, che interviene due volte nel corso della narrazione per raccontarci, a modo suo, il celebre mito di Orfeo ed Euridice.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*