Il punto (#3) sui Play Off di Serie C

Print Friendly, PDF & Email

La fase Play off del campionato di serie C1 di rugby è giunta a un terzo del suo cammino e il primo verdetto, naturalmente non matematico ma solo di buon senso, è stato già dato: le Tigri di Bari sono fuori dalla lotta per la promozione. La sconfitta di domenica scorsa in casa del Salento XV Trepuzzi ha lasciato la squadra di coach Vincenzo Scarano in fondo alla classifica a zero punti, e solo un ostinato ottimista può pensare che i baresi possano ancora sperare nella promozione.

La squadra salentina, invece, grazie alla vittoria nel derby, ha mantenuto invariata la distanza del primo posto, e quindi potremmo ancora lasciarla nel gruppo delle pretendenti. Ma i cinque punti che la separano dalla capolista Partenope sembrano troppi, soprattutto in virtù di quanto finora fatto vedere, per poter credere che i giallorossi di coach Carlo Perrone possano ancora cullare sogni di gloria. Siamo naturalmente pronti a cospargerci il capo di cenere se i fatti dovessero smentirci. E noi ci auguriamo che sia così, anche solo per rendere ancor di più avvincente questo campionato.

L’incontro più importante, lo dicevamo in fase di presentazione della giornata, si è giocato all’Albricci di Napoli e ha visto affrontarsi le due capolista, Partenope e Cas Reggio Calabria. La vittoria dei padroni di casa ha lasciato la squadra di Marcos Reyna da sola in testa alla classifica e ha dato ai campani quella sicurezza, se mai fosse mancata, che hanno le squadre quando vincono a ripetizione. Una ulteriore vittoria, tra due settimane, con il Ragusa, darebbe loro la palma di superfavoriti.

La sconfitta, invece, non ha assolutamente compromesso le velleità di promozione dei reggini. Per tutti sarà difficile uscire dall’Albricci portando via punti. La sconfitta ci stava, la “vittoria” del XV di Saro Poma è stato non far guadagnare il punto di bonus agli avversari. Partenope-Cas pare sia stata una partita molto combattuta ed equilibrata, per la quale entrambe le squadre hanno qualcosa da recriminare. Per questo pensiamo che il risultato sia giusto.

Come già scritto, non si è invece giocato il terzo incontro della giornata, quello tra Ragusa e Santa Maria Cv. I campani sono rimasti appiedati lungo l’autostrada, sabato sera, per un guasto a uno dei mezzi che li stava portando in Sicilia e il giudice sportivo ha deciso per la riprogrammazione della gara. La “non partita”, dunque, lascia ad entrambe l’idea di essere ancora in corsa per la promozione in serie B.

Fermo domani il campionato per l’impegno della Nazionale nel Sei Nazioni (a quando una vittoria dell’Italrugby?), anche domenica prossima non si giocherà: l’appuntamento con la quarta giornata, originariamente programmato per il 4 marzo, è stato infatti rinviato di sette giorni. Si tornerà in campo l’11 e in programma ci sono Tigri Bari-Santa Maria, Partenope-Ragusa e Cas-Trepuzzi e ognuna di queste gare ha una sua specificità che la rende unica e importante. Quella che, evidentemente, attira l’attenzione di tutti si giocherà a Napoli, dove si affronteranno forse le squadre che più di tutte sembrano attrezzate per il salto in B. Vincere o perdere non sarà risolutivo per nessuna delle due compagini, ci sono ancora troppi punti in palio, ma certamente la vincente avrà un qualcosa in più rispetto all’altra. Soprattutto se a risultare vittoriosa dovesse essere la squadra di coach German Greco: tornare da Napoli con quattro o cinque punti sarebbe come mettere una piccola ipoteca sul successo finale.

Tra due settimane vi racconteremo com’è andata.

Qui i risultati e la classifica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*