Muoversi, muoversi, muoversi

Print Friendly, PDF & Email

Tantissimi e indubbi sono i benefici che può offrire una vita fisicamente attiva. Il movimento è una delle chiavi per migliorare la qualità della propria vita. Qualsiasi forma di dinamicità produce effetti stimolanti sull’organismo umano. Essa infatti coinvolge gli apparati cardiocircolatorio, muscolare, respiratorio, osteoarticolare oltre al sistema nervoso centrale. L’uomo moderno ha dato inizio ad una svolta antropologica. Le usanze e le attività si sono modificate. Ha sostituito il lavoro manuale con le macchine, ha disoccupato se stesso, grazie alla tecnologia e alla meccanizzazione, ha usufruito, per la prima volta nella storia umana, del tempo libero, ma al contempo queste conquiste sociali, oramai irrinunciabili, hanno ridotto l’uomo a sedentarietà imposta che a lungo si è dimostrata una vera e propria condanna per le conseguenze nocive nei confronti della salute. Il livello di attività fisica richiesta all’uomo evoluto per soddisfare le proprie esigenze si sono ridotte al minimo, ma i suoi bisogni fisici sono rimasti inalterati. L’inattività dovuta al nostro benessere economico e allo stile di vita dei tempi moderni ha proposto uno scenario di allungamento dell’età rispetto al passato ma ha dato il via all’obesità e a rischio malattie cardiovascolari, diabete, e cancro, che annoverano quale denominatore comune la cattiva alimentazione e la carenza di attività fisica. La rivoluzione agricola ha portato sulle nostre tavole cibi sempre più lontani dalla naturalità perché prodotti con metodi chimici e spesso con aggiunta di pesticidi, additivi e ha iniziato un processo di sfruttamento intensivo assolutamente deleterio per l’ambiente. La rivoluzione industriale ha portato alla sostituzione del movimento con azioni ripetitive e minime piuttosto che funzionali. L’uomo moderno ha varcato una nuova soglia vitale riducendo al minimo la fatica fisica perché ha trasferito la sua energia naturale alle apparecchiature tecniche riducendosi a solo controllore delle funzioni meccaniche.

L’uomo reso pigro dal benessere raggiunto deve forzatamente sostituire il lavoro manuale con uno sport che rimetta in moto tutte le funzionalità dell’organismo e aiuti a scaricare lo stress accumulato. La miglior soluzione sarebbe quella di compiere almeno una mezz’oretta di attività fisica quotidiana. Muoversi con costanza allontana il rischio morte precoce per le malattie già citate. Dobbiamo pertanto considerare l’attività fisica come una vera e propria “terapia” prescrivibile dal medico di famiglia al pari di un antibiotico. Muoversi diventa così una necessità, una ricetta fare sport, un consiglio stare all’aria aperta e camminare. Ogni giorno possiamo riappropriarci del nostro benessere con semplici pratiche che diventano una componente importante per la nostra salute. Obiettivo primario di chiunque, sia esso atleta o persona sedentaria è quello di aggiungere una qualsiasi forma di moto perché il nostro corpo è fatto per muoversi, correre, saltare. In conclusione, il corpo è fatto per muoversi, se viene limitatamente utilizzato si deteriora prematuramente, mentre se viene mantenuto in attività conserva e migliora le proprie capacità nel tempo. Per tutto ciò è indispensabile fare attività motoria regolarmente, per migliorare le proprie capacità ma anche per restare in salute. Quindi, pratichiamo sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*