Milano: al Martinitt si parla di genitorialità

Print Friendly, PDF & Email

Al Martinitt si parla di genitorialità. La domanda esistenziale essere-non essere esce dalla sfera personale e coinvolge altri, che già ci sono o che verranno. Nell’interrogarci andiamo oltre: essere è comunque essere, senza un figlio? Il desiderio di esserci ancora quando non ci saremo più giustifica una gravidanza? La maternità a tutti i costi è altruismo o egoismo? E’ solo l’orologio biologico a scadere o anche i riferimenti di un tempo? Una donna sola e tre uomini soli comunque, ci daranno da pensare… 

 
Uno spettacolo e un dibattito sulla genitorialità 3.0, il 5 maggio si chiude VISIONI CONCENTRICHE-UN RIFLETTORE SULLA QUOTIDIANITA’, il contenitore culturale del Martinitt dedicato ai nuovi linguaggi (e non linguaggi) per affrontare temi delicati e spinosi.
 

PRESTAZIONE OCCASIONALE è una commedia di Francesco Brandi, diretta da Francesco Brandi, con Antonella Questa (Lisa), Massimo Brizi (Nicola), Corrado Giannetti (Enzo) e Gianluigi Fogacci (Riccardo). Produzione Centro d’Arte Contemporanea Teatro Carcano.

Mettere al mondo un figlio in tempi di crisi è un azzardo, senza un compagno è pura follia. Ma Lisa ha deciso e una sera convoca i suoi tre più cari amici per chiedere loro di comportarsi come i fuchi con l’ape regina. L’imbarazzo è generale: accontentarla mica è semplice! Un figlio poi!! Enzo, Mattia e Nicola sono già abbastanza incasinati, tra matrimoni falliti, paternità complicate e precariato. Quattro personaggi disperatamente nevrotici, comicamente assurdi, imprevedibilmente surreali, raccontano il disorientamento di una generazione che ha smarrito ogni punto di riferimento: economico, etico, affettivo, sociale e spirituale. Ecco allora che un figlio diventa la possibilità di riscatto…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*