La moda che incontra la fede

Print Friendly, PDF & Email

La moda riesce a far emergere i lati più nascosti del tuo essere, fa esaltare i punti strategici del tuo corpo, ma basta un piccolo sbaglio, un minimo dettaglio errato e si diventa un bersaglio facile per tutti i fashion blogger di tutto il mondo.

La moda è stile di vita, personalità, è la maschera che indossi quando attraversi il red carpet, è il tuo trampolino di lancio o la tua condanna.

Poche ora fa si è concluso il Met Gala o meglio noto come “l’Oscar del Fashion”, una vera e propria celebrazione del meglio della moda internazionale. Grandi stilisti o possiamo definirli anche grandi artisti che muniti di fantasia, creatività e una grande schiera di sarte e sarti, hanno fatto brillare i corpi delle star hollywoodiane invitate a questo annuale evento.

Abiti da sogno, creazioni che vanno oltre l’inimmaginabile. Eleganza, raffinatezza, classico, innovazione, esagerazione, lusso, stravaganza. Questi sono tutti gli aggettivi che vengono accostati al Met Gala.

L’evento si è tenuto, come sempre, presso il Metropolitan Museum of Art, nell’Upper East Side di New York. Il tema di quest’anno è stato: la religione, Heavenly Bodies: fashion and the Catholic Imagination. Il Met, infatti, ha voluto mettere alla prova i nostri cari stilisti, facendoli relazionare con la fede cattolica. Nulla di più semplice. Come degli artisti, hanno come dipinto su stoffa la loro opera d’arte e fatta indossare a personalità del calibro di Blake Lively, Madonna, Rihanna, Rita Ora, Amal Clooney, Katy Perry, Ariana Grande.

Maestri della moda come John Galliano, Prada, Donatella Versace, Moschino, Richard Queen e tanti altri hanno risvegliato, in quell’occasione, quella loro creatività sopita, facendo uscire quel genio folle che è in loro.

Il Met Gala non è solo apparenza, bellezza, glamour estremo, è anche un evento finalizzato alla raccolta fondi per il Metropolitan Museum of Art’s Costume Institute, nonché l’opening ufficiale dell’annuale mostra dedicata alla moda. L’anno scorso sono stati raccolti ben 13 milioni e mezzo di dollari e quest’anno i numeri sembrano saliti.

Dopo la tradizionale camminata sul red carpet gli invitati (circa 600) hanno fatto una rapida visita alla mostra poi hanno preso posto per la cena, che è stata accompagnata dalle performance musicali di vari artisti.

Alcuni flop negli outfit non sono di certo mancati, mentre altri hanno letteralmente brillato. Chi ha esagerato con gusto, chi invece lo ha fatto fallendo, chi ha optato per il classico con un tocco di innovazione e chi invece ha osato ma è ricaduta i banalità.

Diciamo che è la moda che sceglie la persona e non il contrario. Il segreto sta tutto lì.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*