Appartamento al Plaza, al Teatro il Sipario Strappato di Arenzano (GE)

Appartamento al Plaza, al Teatro il Sipario Strappato di Arenzano (GE)

Print Friendly, PDF & Email

Ha preso il via ieri sera, nella magica cornice del teatro Il Sipario Strappato di Arenzano, la prima edizione del festival regionale intitolato a Nena Taffarello con la compagnia amatoriale 7A7MBRE di Savona che ha portato in scena “Appartamento al Plaza” di Neil Simon per la perfetta regia di Simonetta Guarino.
La trama è stata resa celebre dall’omonimo film del 1971 in cui tutti i ruoli maschili erano interpretati da Walther Matthau; sono tre storie che hanno in comune la location: si svolgono tutte nella suite 719 del Plaza Hotel a New York. Traggo nella brochure di sala: “nella prima vicenda moglie e marito mettono a nudo i propri sentimenti, in una trattazione arguta e psicologica venata di amarezza, fra incomprensioni, sospetti e bugie, in una scoppiettante baruffa scandita da tempi comici di assoluta eccellenza. Nel secondo episodio, un famoso ma sfigato produttore cinematografico e una casalinga frustrata dialogano tra loro con intelligente ironia, mettendo in atto una serie di goffi corteggiamenti e simpatiche respinte. Nell’ultimo episodio ancora una coppia di marito e moglie è alle prese con il rifiuto della figlia di sposarsi, proprio nei minuti antecedenti le nozze”.
La compagnia 7A7MBRE ha affidato i tre ruoli maschili a due attori, Mario Violetta e Roberto Altare; Violetta è stato davvero bravo a interpretare il produttore cinematografico della seconda vicenda e il padre della sposa della terza mentre Altare era il marito che rifiuta il dialogo nella prima storia. Anna Alluto ha impersonato molto bene la moglie delusa della prima vicenda e la madre della sposa nella terza. Sara Valerio è stata miss McCormack, la segretaria, nella prima scena e una deliziosa casalinga frustrata nella seconda.
La giuria presente in sala ha iniziato il suo lavoro che proseguirà nei prossimi due fine settimana in cui si esibiranno altre quattro compagnie, scelte tra le 25 in concorso, e il 2 giugno, dopo l’ultimo spettacolo, verrà proclamata la compagnia vincitrice.
Alle pareti della sala del teatro con il soffitto di legno che è l’interno di una barca rovesciata erano esposte alcune opere fotografiche e pittoriche di Nena Taffarello.
Il Sipario Strappato vi aspetta il prossimo 25 maggio per il secondo spettacolo del festival, non mancate!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*