Il Papa in Sicilia

Print Friendly, PDF & Email

Dopo aver viaggiato per tutto il mondo, attraversato mari e oceani e aver dato parole di conforto alle popolazioni che si trovavano in situazioni difficili, Papa Francesco verrà in Sicilia il 15 settembre, in occasione del 25° anniversario del martirio di Beato Pino Puglisi, ucciso da Cosa nostra il giorno del suo 56° compleanno a motivo del suo costante impegno evangelico e sociale.

Il Vaticano ha reso pubblico il programma: il pontefice atterrerà a Catania la mattina del 15, dove però non si svolgeranno né incontri né saluti, prenderà poi un elicottero che lo porterà a Piazza Armerina, qui sarà accolto dal vescovo, mons. Rosario Gisana, dal prefetto di Enna, Maria Rita Leonardi e dal sindaco, Filippo Miroddi. Poi avverrà il trasferimento in auto verso Piazza Europa.

Alle 11.45 Papa Bergoglio risalirà sul suo elicottero e si trasferirà a Palermo. Al Foro Italico presenzierà e celebrerà la messa per il Beato Pino Puglisi. Al termine della celebrazione il pontefice si incontrerà con l’arcivescovo di Palermo, mons. Corrado Lorefice e poi verrà svolta l’omelia.

Sarà prevista anche una visita alla Missione di Speranza e Carità. Il Papa poi pranzerà con gli ospiti della Missione con una rappresentanza di detenuti e immigrati.

“Sapere che il Papa passerà dalla Missione è una delle cose più belle, nessuno se l’aspettava. Poterlo servire, anche se sarà lui a servire noi, è la gioia più grande”, dice don Pino Vitrano, collaboratore di Biagio Conte. Quest’ultimo inoltre rivela il presunto menù che serviranno a Bergoglio: “prepareremo pane con olio e lenticchie”

Alle 15 una visita in forma privata alla Parrocchia San Gaetano al Quirinale Brancaccio e alla Casa del Beato Pino Puglisi.

Alle 15.30 si svolgerà un incontro con il clero, i religiosi e seminaristi e alle 17 s’incontrerà con i giovani in Piazza Politeama. Infine alle 18.30 riprenderà l’aereo in direzione Roma.

Un programma molto intenso e fitto attenderà il nostro amato Pontefice, ma con il suo grande cuore e la sua bontà riuscirà a mantenere tutti gli impegni presi. I siciliani aspettavano da tempo l’arrivo di questo grande uomo e quel 15 settembre sarà un giorno che la Sicilia ricorderà bene.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*