Addio Melegatti

Addio Melegatti

Print Friendly, PDF & Email

Congedo dal pandoro, dal panettone e dalla storica azienda veronese. Il Tribunale ha dichiarato il fallimento a seguito della pesante situazione debitoria. Tutti a casa i 350 dipendenti. A nulla sono valsi gli appelli dei lavoratori che chiedevano la separazione tra il giudizio sulle responsabilità degli amministratori e le possibili opportunità del rilancio della società fondata nel 1894 da Domenico Melegatti che, in quel lontano anno, riceveva il Certificato di Privativa Industriale dal Ministero di Agricoltura, Industria e Commercio del Regno d’Italia per aver inventato il nome, la forma e la ricetta del Pandoro ispirato ad una tradizione veronese legata al Natale. Domenico la modifica e la reinterpreta, poi brevetta la ricetta che, secondo la leggenda familiare, prende il nome dalla reazione di un garzone, di fronte alla prima fetta del nuovo dolce illuminata da un raggio di sole esclama stupito: “l’è proprio un pan de oro!”. Da quel momento la Melegatti S.p.A cresce nel tempo diventando, a livello internazionale, una delle aziende leader nel settore dolciario…fino a oggi, dove alle bontà dolciarie si sono aggiunte molte difficoltà economiche. Secondo le ultime stime il debito del Gruppo Melegatti ammonta a circa 50 milioni di euro.

A dicembre per le feste natalizie, il web si era mobilitato nell’ennesimo tentativo di salvare l’azienda. Con l’hashtag, seguito poi da “#NataleConMelegatti”, era partita la riscossa degli operai per salvare il posto di lavoro. In difficoltà finanziaria e con i salari non pagati da mesi, grazie alla collaborazione dei fornitori si era tentato il tutto per tutto. Con l’obiettivo non facile di recuperare il tempo perso producendo entro il 10 dicembre 1,57 milioni di pandori e panettoni.  Al grido viral di: “Compriamo uno o due pandori Melegatti affinché anche queste operaie e questi operai possano avere un sereno Natale. Diffondi il messaggio su Melegatti, se ritieni importante il lavoro e la tradizione natalizia”.  La solidarietà ha contribuito ma la parola fine è stata ugualmente scritta.

Si chiude così la tormentata vicenda della storica azienda dolciaria di San Giovanni Lupatoto. Fa tristezza navigare nel sito che racconta ancora di storia e dolcezza. Ma al tribunale quella storia non è bastata per bloccare il fallimento.  Una lunga e dolorosa vicenda, quanto è stata lunga e dolce la storia della Melegatti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*