La Passalacqua inizia a sudare

Print Friendly, PDF & Email

Ha preso ufficialmente il via oggi pomeriggio, con il primo allenamento stagionale, l’avventura 2018/2019 della Passalacqua Ragusa.

«Dopo la finale scudetto dello scorso anno, persa di pochi punti in gara5, nell’ambiente c’è grande pressione», ci dice il coach ragusano Gianni Recupido. «È vero che ogni campionato fa storia a sé, ma credo che il prossimo sia più difficile del precedente, considerando che Schio, Napoli e Venezia si sono molto rinforzate. Per quanto ci riguarda, ho molta fiducia nel roster che la società mi ha messo a disposizione. Quest’anno ho giocatrici molto più aggressive e veloci rispetto a quelle della scorsa stagione. Siamo invece un po’ leggerini sotto canestro, ma abbiamo dovuto conciliare le esigenze di bilancio con quelle relative al tesseramento delle straniere».

In realtà, alla “lunga” che manca la società aveva pensato per tempo e aveva già trovato un accordo con una “lunga italiana”, «poi, purtroppo, per problemi personali la ragazza non ha potuto onorare il contratto. Non trovando alternative adeguate, abbiamo deciso di puntare sul vivaio, anche perché abbiamo un paio di ragazze che da un po’ di tempo lavorano con noi e questa è l’occasione giusta per farle crescere».

A fare gli onori di casa alle nuove arrivate, Angela Gianolla e Alina Craciun (Sabrina Cinili e Jillian Harmon si presenteranno a inizio settembre mentre Dearica Hamby arriverà una ventina di giorni dopo), sono state Agnese Soli, Alessandra Formica, Jessica Kuster e Chiara Consolini, con quest’ultima con il grado, anche se ancora non ufficialmente conferito, di capitano. «Non me lo hanno ancora comunicato in modo ufficiale, ma credo di sì, penso che quest’anno sarò io il capitano. So che sarà un compito di responsabilità ma sono tranquilla perché anche negli anni scorsi ho sempre aiutato le mie compagne e dunque non credo che per me adesso le cose cambieranno più di tanto».

Il “primo giorno di scuola” è sempre particolare, nel quale si vive quell’aria sbarazzina da giorno di vacanza supplementare. Oggi invece al PalaMinardi, pur tra tanti sorrisi e pacche sulle spalle, l’aria che si respirava tra le ragazze era invece quella di un momento importante. Ancora la Consolini: «È bello tornare ad allenarsi, io mi sento carica per questa nuova stagione e sto vedendo la stessa carica anche nelle mie compagne. Le sento motivate a fare bene. Non vedo l’ora di inizia a giocare».

Tra le nuove, l’esperienza del play Angela Gianolla. «Sono lusingata per la chiamata che è arrivata dalla Passalacqua. Da anni Ragusa è ai vertici del basket femminile nazionale e se io sono qui è per dare il mio contributo, non certo per svernare. Ho 38 anni e a questi livelli posso giocare ancora per pochi anni, dunque arrivo a Ragusa con tanta voglia di fare, e cercherò di dare il mio contributo per portare questa squadra alla vittoria finale».

Adesso per le ragusane ci saranno tre settimane di lavoro in palestra, poi si inizierà con le amichevoli: sabato 15 settembre, a Palermo, affronteranno l’Andros Basket; tre giorni dopo le palermitane ricambieranno la visita, in occasione del Memorial “Francesco Passalacqua”, dedicato alla memoria del padre del presidente Davide Passalacqua e dell’ex presidente biancoverde Gianstefano Passalacqua. Venerdì 21 e sabato 22 settembre è inoltre in programma al PalaRomare un torneo che vedrà, oltre alla presenza delle padrone di casa e della formazione ragusana, anche la partecipazione della Reyer Venezia che Consolini e compagne sfideranno proprio nella giornata di venerdì 21 (il giorno successivo sono in programma le finali). Una doppia amichevole, infine, sarà disputata a Napoli con la Dike di coach Molino. Il doppio confronto si terrà venerdì 28 e sabato 29 settembre. Sarà l’ultimo test prima dell’Opening day di Torino, in programma la settimana successiva e nel quale la formazione biancoverde affronterà la Geas Sesto San Giovanni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*