Prima vittoria casalinga per la Passalacqua Ragusa

Print Friendly, PDF & Email

Dopo la sconfitta di 3 settimane fa con Venezia è arrivata stasera la prima vittoria casalinga per la Passalacqua Ragusa. A farne le spese è stata la Gesam Lucca che, possiamo dirlo, ha perso l’incontro “grazie” a un primo quarto veramente disastroso, chiuso sul 26-4 per le ragusane.

Se guardiamo al risultato finale, 67-56, e al fatto che le biancoverdi sono sempre state avanti nel punteggio, potremmo anche essere portati a pensare a una vittoria facile per le ragazze di coach Recupido. In realtà, a parte, come si diceva, il primo quarto, gli altri tre quarti sono stati tutto sommato equilibrati (12-18, 15-15 e 14-19 i parziali) e, addirittura, a un certo punto, mancavano 7 minuti e 29 secondi al termine dell’incontro, le ospiti si erano portate sul 53-45 e tribuna i più pessimisti hanno iniziato a temere il peggio.

C’è da dire però che, dopo il primo quarto straripante, durante il quale hanno giocato quasi sempre le tre americane più la Soli e la Cinili, nei successivi 25 minuti Gianni Recupido ha dato aria alla panchina e concedendo parecchi minuti a chi normalmente gioca meno. Poi, quando c’è stato da rimettere le cose a posto, ci ha pensato il “quintetto base”.

Impressionante è stato lo strapotere della Passalacqua nel primo quarto, con una difesa impenetrabile, solo 2 su 11 nei tiri da 2 per le ospiti, e un attacco che andava a canestro con una facilità estrema, 9 su 11 nei tiri da 2. Se volessimo mutuare un’espressione calcistica, potremmo dire che, nei primi 10 minuti, le ragazze lucchesi sono rimaste nello spogliatoio e si è giocato a un solo canestro.

Altra musica si è invece ascoltata nei successivi due quarti, anche perché, come si è detto, coach Recupido ha messo dentro le cosiddette “seconde linee”, che non hanno deluso ma che, inutile girarci intorno, hanno fatto meno bene delle “prime”.

Dopo 5 turni due cose sono chiare: la panchina non è sufficientemente lunga e servirebbe una tiratrice da oltre la linea dei 7,25 (oggi si è chiuso con un 5 su 15 ma nelle altre partite non si è fatto certo meglio).

Stasera comunque l’imperativo era vincere, e il risultato è arrivato. Si chiedeva anche un’inversione di tendenza rispetto alle ultime prove opache, e sotto questo aspetto possiamo dirci soddisfatti a metà. Si sapeva già che nelle prime giornate la Passalacqua avrebbe dovuto soffrire, e ha sofferto: ciò che rincuora è che le presunte avversarie delle ragusane nella lotta per il tricolore, forse eccezion fatta per Venezia, che stasera ha espugnato Schio, sono al livello delle biancoverdi. Dunque, si può fare!

Qui risultati e classifica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*