Una Passalacqua incolore cede al San Martino

Print Friendly, PDF & Email

Una sconfitta che brucia, per come è arrivata e perchè sicuramente il gioco prodotto da Ragusa nella trasferta di San Martino di Lupari non è stato quello sperato. Vincono le  padrone di casa di coach Abignente e lo fanno meritatamente, prendendo le redini dell’incontro nella seconda parte di gara dopo i primi due quarti di sostanziale equilibrio. 62-49 il punteggio di un incontro nel quale Ragusa ha pagato soprattutto un insufficiente approccio di Dearica Hamby subito gravata dai falli e le scarse percentuali al tiro.

“Abbiamo giocato molto male soprattutto in attacco – commenta coach Gianni Recupido – e abbiamo smesso di trovare fuluidità, San Martino è stata bravissima ad approfittarne, con Hamby fuori sin dal primo istante, hanno limitato benissimo Harmon e hanno fatto una grande difesa come sono soliti fare, noi non siamo stati maturi nel gestire queste difficoltà che ci hanno creato e anche nei momenti importanti, quando magari dovevamo dare una palla dentro, non siamo riusciti. Cosa si salva di questa partita? Quasi nulla, abbiamo continuato a lottare ma a livello individuale e non da collettivo, negli ultimi due minuti il parziale non conta quasi più. L’unica cosa è che pur giocando malissimo eravamo 53-49 , salvo poi non riuscire più a segnare fino alla fine”.

Adesso il campionato si ferma per la pausa della nazionale. Si riprenderà con la Passalacqua che giocherà in casa domenica 25 novembre alle ore 19,00 con l’Use Scotti Rosa Empoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*