Print Friendly, PDF & Email

“Cordialmente invitati a incontrare la morte”: indagini a tavola.

Al Teatro del Canovaccio dal 15 novembre c.a.

 

Grandi applausi per lo spettacolo in due atti che apre la stagione teatrale 2018/2019 dal titolo “Cordialmente invitati a incontrare la morte” di Rex Stout, con la regia attentissima di Gianni Scuto al Teatro del Canovaccio di Catania dal 15 al 18 novembre c.a.

Una “mise-en-scène” originale e frizzante quella del bravissimo regista Gianni Scuto. Personaggi “caricaturali” ma mai scadenti nel ridicolo, si muovono sul palcoscenico con grande padronanza e sicurezza. La scenografia d’effetto è di Gabriele Pizzuto, i bellissimi ed adeguati costumi di Rosy Bellomia, assistente Margherita Melania Aiello, sartoria Shirley Campisi, luci e fonica di Simone Raimondo e Alan Lombardo. Si ringrazia per la collaborazione il M° Maurizio Di Bella.

Nero Wolfe, investigatore privato, convinto signore edonista, obeso per diletto, pigro, a tratti insofferente con tutto e con tutti, viene chiamato ad indagare su un caso di omicidio con impiego del bacillo del tetano.

La frizzante Bess Huddleston (Mary Barbagallo), che si occupa dell’ organizzazione di feste e ricevimenti, denuncia a Nero Wolfe che alcuni dei suoi clienti ricevono lettere anonime utilizzando la stessa carta in suo possesso, in cui la stessa Bess  racconta in giro sue questioni private. Prima che Wolfe identifichi l’autore delle lettere, Bess Huddleston muore di tetano. In apparenza si tratta di un decesso accidentale, ma Archie Goodwin, assistente e braccio (e non solo) di Nero Wolfe e narratore delle vicende (Concetto Venti) ha dei forti dubbi e, malgrado Wolfe non sia interessato, inizia ad indagare per conto proprio.

Tra una mangiata ed un’altra preparata sapientemente da Fritz Brenner,  cuoco e maggiordomo dell’investigatore (Pippo Marchese), si raccontano i principali indagati della vicenda: Janet Nichols (Barbara Cracchiolo), aiutante di Bess; Maryella Timms (Maria Grazia Cavallaro) segretaria di Bess; Lawrence (Larry) Huddleston (Giovanni Bonaventura),  nipote di Bess; Daniel Huddleston (Gianpaolo Costantino), fratello di Bess; Alan Brady (Pippo Tomaselli),  dottore; ed infinite il risoluto, invadente Cramer (Salvo Musumeci), ispettore della Squadra Omicidi.

Nero Wolfe, grande amante delle orchidee nere, è magistralmente interpretato dal sempre adeguato attore Saro Pizzuto. Assolutamente padrone della scena, in modo impeccabile dà al suo Nero Wolfe l’imponenza di un “omone” che sa il fatto suo, sornione ma anche severo e risoluto.

Il bravissimo attore Salvo Musumeci porta in scena un ispettore Cramer deciso, diretto, impositivo.

L’istrionico, convincente attore Concetto Venti è un arguto, insostituibile ma anche poco valorizzato aiutante di Nero Wolfe.

Le spumeggianti, eccellenti attrici Mary Barbagallo e Barbara Cracchiolo sono rispettivamente Bess Huddleston e Janet Nichols.

Una spaventata, circospetta, delicata Maryella Timms reca volto ed anima della versatile attrice Maria Grazia Cavallaro.

Valenti e molto bravi il nipote di Bess, Larry,  il giovane attore Giovanni Bonaventura, il cuoco e maggiordomo di Nero Wolfe, Pippo Marchese e il medico di Bess, Alan Brady, Pippo Tomaselli.

Ed infine il personaggio più caricaturale, il fratello chimico e un po’ “pazzoide” di Bess, Daniel interpretato in modo esemplare dall’attore Gianpaolo Costantino.

Non è facile fare una riduzione teatrale tratta da un romanzo “giallo” per svariati motivi ma in questo caso abbiamo constatato che lo sforzo fatto ha centrato l’obiettivo: divertire catturando la massima attenzione di un pubblico bramoso di scoprire il colpevole che alla fine del lavoro ne ha sottolineato il meritato successo.

E ci piace finire con una delle più celebri frasi di Nero Wolfe: “Metà di quello che guadagno io va in tasse che vengono usate per costruire bombe con le quali fare a pezzi la gente. Eppure non sono privo di dignità”.

Al prossimo appuntamento in cartellone dal 13 al 16 dicembre c.a.: “Mirandolina” di Carlo Goldoni.

Teatro del Canovaccio, Via Gulli n. 12 Catania te. 391 4888921

www.teatrodelcanovaccio.it

giuseppe@teatrodelcanovaccio.it

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*