La palla di vetro e la promozione in serie B

Print Friendly, PDF & Email

Mancano 80 minuti al termine della prima fase del campionato siciliano di serie C1 di rugby e tutte e quattro le squadre che vi prendono parte hanno ancora la possibilità di qualificarsi per la successiva fase interregionale che determinerà la squadra che giocherà nel prossimo campionato di serie B.

Tutto è ancora da decidere perché la formula scelta dal Comitato Regionale, fino al giorno in cui si giocherà il ritorno delle due semifinali (16 dicembre), lascia aperte tutte le ipotesi. Solo allora conosceremo il nome delle due squadre che potranno giocare per il salto di categoria.

Naturalmente quel giorno ne avremo la certezza però, aiutandoci con la palla di vetro che teniamo in soffitta, e sulla scorta di quanto accaduto finora, proviamo ad indovinare quali potrebbero essere le due squadre che andranno a giocarsi la promozione. Consapevoli del fatto che, la sera del 16, potremmo anche essere costretti ad ammettere di esserci sbagliati.

Per quanto visto finora, e anche per il vantaggio di poter giocare in casa la semifinale di ritorno, viene facile pronostica che una delle due dovrebbe essere il Ragusa. L’aver perso una sola partita sulle cinque finora giocate, di misura, alla prima di campionato, in casa del Reggio Calabria, e l’aver dimostrato di giocare il miglior rugby della categoria, fanno diventare gli iblei i favoriti numero uno per il passaggio al turno successivo. Anche i numeri, per quello che valgono, lo dicono chiaramente: 219 punti marcati, più delle altre tre formazioni messe insieme (211), maggior numero di mete segnate (32) e miglior difesa (31 punti subiti). Nessuna squadra ha fatto meglio. La palla ovale, però, non sai mai come rimbalzerà…

L’altra squadra che giocherà in casa il ritorno della semifinale è l’Amatori Catania 1963 che, con la vittoria di domenica in casa dei Briganti, si è assicurata la certezza matematica di chiudere questa fase al secondo posto. In semifinale è probabile che dovrà vedersela con il Cas Reggio Calabria perché, per quanto ci siano simpatici i Briganti di Librino, ci viene difficile immaginarli vittoriosi, domenica prossima, sul Ragusa, anche pensando all’85-0 con cui si è chiusa la partita d’andata. Dunque, se così fosse, la prossima giornata sarà un anticipazione delle due semifinali.

E se la semifinale che vedrebbe di fronte Ragusa e Briganti sembra abbia già l’esito scritto, più incerta dovrebbe essere l’altra, quella nella quale si affronteranno il Cas e l’Amatori. In questo caso a fare la differenza potrebbe essere la presenza o l’assenza dei “senatori” reggini: un Cas con i vari Imbalzano, Cutrupi, Sorbara e compagnia bella sarebbe un osso duro per qualunque squadra (i ragusani ne sanno qualcosa). Con “senatori” in campo, il doppio scontro difficilmente potrà avere un esito scontato; senza, la palla di vetro dà per favoriti i catanesi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*