Il grande Fiasco, al teatro Il Sipario Strappato ad Arenzano (GE)

Print Friendly, PDF & Email

Delizioso gioco di parole, quasi un ossimoro, sin dal titolo per questo testo di Marco Rinaldi e Lazzaro Calcagno, che ne è anche il regista, scritto a due mani sette anni fa, che è già stato in vari teatri e che è andato in scena ieri sera al Sipario Strappato davanti al pubblico delle grandi occasioni che lo ha apprezzato con sincere e ininterrotte risate condite da calorosi applausi. Sul palco il bravissimo, eclettico e ironico Andrea Carretti per il quale Calcagno e Rinaldi hanno creato, ad hoc, “Il grande Fiasco” (le motivazioni ce le hanno raccontate dal palco a fine spettacolo), che ci ha regalato una performance formidabile grazie alla sua classe attoriale fatta di grande mimica e di perfetta gestualità, da vero affabulatore dotato di una voce calda, piena di passione, da swing singer. Carretti nei panni di un cantante, Joe Fiasco, succube della madre che demolisce la sua già scarsa autostima e sfortunato perché non riesce a sfiondare nel mondo della musica convinto che ci sia un complotto contro di lui, si è abilmente destreggiato tra giochi di parole con doppi sensi, barzellette e celebri canzoni di Sinatra e Dean Martin, una tra tutte l’intramontabile “My Way”. Insieme a lui la Dispari Band composta da (ve li elenco in ordine alfabetico): Alessandro Albocò al basso, Roberto Cupo alle tastiere, Gianpaolo Maggi alle tastiere, Barbara Possagnolo voce, Fabio Triuzzi alla chitarra e Alfredo Vandresi alla batteria. Oggi pomeriggio ancora risate con Polidoro e Mazzilli al Sipario Strappato, regalatevi una passeggiata ad Arenzano!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*