Teatro Mobile di Catania, Otello un classico dal sapore contemporaneo visto con gli occhi delle donne

Print Friendly, PDF & Email

CATANIA- L’applaudita terza stagione di Teatro Mobile di Catania, diretta da Francesca Ferro, continua con “Otello” un classico del teatro di William Shakespeare rivisitato in chiave contemporanea, che andrà in scena sul palco del Centro Zo sabato 30 marzo alle ore 21.00.

Uno spettacolo prodotto dallo Spazio Naselli di Comiso e dal Teatro Garibaldi di Enna per la regia di Giampaolo Romania, che racconterà l’omicidio di Desdemona da un punto di vista diverso quello femminile.

Sull’eterno e drammatico tema della gelosia le attrici Lorenza Denaro, Roberta Andronico, Anita Indigeno e Leandrà Gurrieri saranno chiamate ad interpretare dei ruoli maschili confrontandosi con Franz Cantalupo nel ruolo di Otello.

“Avete presente l’Otello di William Shakespeare?- racconta il regista Giampaolo Romania autore anche delle scene-. Dimenticatelo! Nel rispetto della parola del grande Bardo l’intero testo sarà rivoluzionato sia sotto l’aspetto drammaturgico che scenico: il Moro viene, infatti, inquadrato “a terra” non solo nel senso dell’inevitabile prostrazione emotiva che segue ai perfidi complotti dell’infido Iago, ma anche come posizione scenica rispetto agli altri personaggi, i quali partiranno da un livello spaziale ben distinto per martellarlo da ogni parte fino al terribile epilogo”.

Desdemona morirà ugualmente strangolata da Otello ma non sarà uno spettacolo realizzato per parlare solo di femminicidio, argomento sempre più tristemente di moda, ma si analizzeranno le tante, troppe debolezze umane per un classico dal sapore moderno impreziosito dalle musiche di Peppe Recupero e Salvo Giorgio, i costumi di Liliana Stimolo, le luci di Salvo Lauretta, i visualeffects Pixel Shapes e il sostegno dell’aiuto regia di Sofia Cardello per il secondo testo di William Shakesapeare in programma per la terza stagione di Teatro Mobile di Catania.

Ufficio Stampa

Elisa Guccione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*