Il primo quarto è biancoverde

Print Friendly, PDF & Email

La Passalacqua Ragusa batte nettamente la Gesam Lucca e mette il suo primo mattoncino nella corsa scudetto. 92 a 60 è il risultato finale ma la vittoria, nell’insieme dei 40 minuti, è ben più netta di quanto non dica lo score. Infatti, ai primi due quarti durante i quali le ospiti sono riuscite a rispondere colpo su colpo ai tentativi ragusani di allungare, mantenendo il distacco sempre entro i 10 punti ma arrivando più volte anche a -4, ne sono seguiti altri due che hanno visto le biancoverdi dominare sotto ogni punto di vista.

Ad andare subito in vantaggio, però, sono le toscane, 0-4 al 9:17, ma poi Soli e Harmon impattano, capitan Consolini mette dentro una tripla, e da quel momento in poi sono le ragusane a restare sempre avanti nel punteggio. Come detto, la Passalacqua tenta più volte di andare in fuga (18-8 al 2:47 nel primo quarto, 31-22 al 7:43 e 37-27 al 5:18 nel secondo) ma Lucca riesce sempre a mantenersi a ruota. Il primo quarto si chiude sul 24-18, il secondo sul 50-41, con una ispirata Nicole Romeo che folleggia, detta i ritmi, tira da tutte le distanze e in tutti i modi, entra, costringe al fallo chi la marca.

Al rientro dal riposo lungo la Gesam continua a tenersi incollata alle padrone di casa, all’8:58 il tabellone segna 51-46, ma poi la Passalacqua sigilla il proprio canestro e per le ragazze di coach Serventi si fa buio pesto. Da quel momento, e fino alla sirena che segna la fine del terzo quarto, le ospiti riescono a segnare solo 4 punti, le biancoverdi 22.

Alla ripresa del gioco la musica non cambia. Ragusa, che ha meno interesse ad accelerare, abbassa i ritmi ma dall’altra parte si continua a non segnare. I primi punti per le lucchesi arrivano quando il cronometro indica il 5:50 e sul 75-52 la gara è ormai compromessa.

Così sul parquet le ragusane iniziano a fare accademia e coach Recupido mette dentro “la meglio gioventù iblea”: entrano Stroscio, Rimi e Bongiorno e il pubblico va in estasi ogni volta che una di queste ragazzine terribili brucia la retina. L’ultima sirena segna la fine delle ostilità in campo e l’inizio della festa del popolo biancoverde.

Domenica prossima si replica al PalaTagliate di Lucca: in caso di vittoria bis, per la Passalacqua si aprirebbero le porte della semifinale; se invece a vincere dovessero essere le padrone di casa, mercoledì 10 si tornerà al PalaPadua per la “bella”.

Qui gli highlights della partita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*