L’Inferno dantesco nell’entroterra ragusano

Print Friendly, PDF & Email

Dante recitava nel primo canto dell’Inferno: “Nel cammin di nostra vita mi ritrovai per una selva oscura, che la diritta via era smarrita”.

La Divina Commedia del fiorentino approda a Ragusa e verrà rappresentata in luogo inconsueto, suggestivo e particolare: le Cave del Gonfalone. L’evento teatrale, coordinato dal regista e autore Giovanni Anfuso con il patrocinio del Comune di Ragusa e la collaborazione della Camera di Commercio della Sicilia Orientale, andrà in scena venerdì 24 Maggio.

Luoghi inesplorati e, certamente, non da tutti conosciuti prenderanno vita e faranno da sfondo alla cultura e al teatro. “Un Inferno nel ventre della terra era quello che sognavo”- dice Anfuso-“ dopo lo straordinario successo nelle Gole dell’Alcantara e nell’ex chiesa di S. Caterina a Noto, abbiamo cercato a lungo un luogo che potesse esaltare le caratteristiche di questa rappresentazione e l’abbiamo trovato in queste latomie, cuore di Ragusa”.

Durante la conferenza stampa avvenuta lo scorso lunedì il sindaco Cassì non ha nascosto l’entusiasmo su tale progetto, affermando: “Sono certo che i ragusani e i turisti non si lasceranno sfuggire l’opportunità di immergersi nella Divina Commedia e nelle straordinarie cavità sotterranee ragusane”.

Esaltando il patrimonio petroso ibleo e la bellezza dei canti del capolavoro dantesco ha continuato: “Con questo Inferno di Dante l’Ecomuseo Carat aggiunge un ulteriore tassello al nostro impegno per ridare centralità alle Vallate. Non rappresenta infatti soltanto un importante evento teatrale; è l’occasione per ridare ai ragusani la possibilità di entrare letteralmente dentro la storia dopo circa ottant’anni”.

Le cave si prestano perfettamente a questo tipo di opera teatrale “luogo assolutamente inconsueto, bello da mozzare il fiato, pervaso da una luce affascinante” si lascia sfuggire il regista Anfuso che sin da subito si è messo all’opera con la sua compagnia.

Lo spettacolo sarà replicato ben dieci volte, per la precisione tre volte a sera. Il 23 Maggio ci sarà la prima per le autorità e la stampa e dal 24 maggio per tutto il week-end ci saranno tre fasce orarie disponibili: 20.30; 21.30; e 22.30. È possibile acquistare i biglietti online o prenotarli presso i punti vendita aderenti di Ragusa, Modica, Ispica, Pozzallo, Scicli e Vittoria.

Fonte: www.ragusah24.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*