Nuovo appuntamento con il “Coro cittadino di voci bianche” promosso da Grazia Alonzo

Print Friendly, PDF & Email

CATANIA- Grazia Alonzo,  fondatrice ed ideatrice del “Coro Cittadino di Voci Bianche”supportata dall’Associazione Marfildiretta dal pastore  Carmelo Sgandurra, dopo il successo del concerto “Cosa la musica può fare” nella splendida cornice della biblioteca Verga di Sant’Agata Li Battiati, organizza venerdì 5 luglio, dalle ore 9.30 alle 12.30 nella Sala Smartyes un laboratorio didattico corale dal titolo “Il coro, il corpo e lo spazio”.

“Il seminario- spiega Grazia Alonso laureata presso l’Istituto Musicale Vincenzo Bellini di Catania- è totalmente gratuito ed è rivolto ai bambini e ragazzi dai 7 ai 16 anni,  provenienti da diverse realtà sociali, che saranno divisi in due gruppi dai 7  ai 10 e dagli 11 ai 16 che hanno voglia di sperimentare e conoscere meglio se stessi, attraverso un’opportunità educativa e formativa come il canto e l’espressione corporea e vocale dei propri sentimenti e delle proprie attitudini per mezzo del gioco di squadra a tutti quei ragazzi che arrivano armati di sogni e grandi speranze”.

Il progetto Coro Cittadino ha lo scopo principale di valorizzare tutti i talenti del territorio coinvolgendo tutti i circoli didattici, gli istituti comprensivi e licei con percorsi mirati e differenziati con azioni sceniche e pittoriche che rappresentino attraverso la composizione musicale di fiabe ed azioni sceniche cosa la musica può fare per “creare il sociale”.

“Il gioco di squadra- aggiunge Grazia Alonzo- fondamentale per la realizzazione della nostra missione socio pedagogica condurrà i giovani allievi in diverse epoche storiche scoprendo tanti ritmi, stili, procedimenti pentatonici, modi e scale musicali”.

Diverso il repertorio utilizzato durante gli incontri, che va dal classico al medievale fino al gospel passando per il rinascimentale con il preciso obiettivo di valorizzare il talento del ragazzo.  Durante l’incontro didattico sarà presente il coro professionale di voci bianche “Joyful, JoyfulChildren’schoir di Choir Catania diretto e fondato dalla stessa Alonzo per la realizzazione di giochi musicali e per la dimostrazione pratica dei brani di studio proposti.  “Parafrasando un’affermazione del Maestro Ezio Bosso- conclude Alonzo- che, condivido pienamente, posso affermare che il coro come l’orchestra sono il simbolo di una società ideale, perché rispettando l’altro possiamo costruire un mondo migliore”.

Ufficio Stampa

Elisa Guccione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*