Si è concluso il progetto DONNE@LAVORO Azione 3 “Si sostiene”

Print Friendly, PDF & Email

Si è concluso ieri il progetto DONNE@LAVORO Azione 3 “Si sostiene”, rivolto a donne detenute della casa circondariale Barcellona Pozzo di Gotto.

Il progetto è stato curato nei minimi dettagli dal Club SOROPTIMIST Spadafora Gallo-Niceto il quale ha firmato nel settembre del 2018 il Protocollo di Intesa con la Casa Circondariale, iniziando già nel mese di novembre i primi laboratori creativi e attività improntate al sostegno di realtà come quella del carcere femminile, apportando in maniera palese momenti di forte condivisione ed integrazione iniziando nello specifico il progetto “La cura di sé”.

Il carcere spoglia le persone non solo di quella che era la loro vita precedente ma anche della femminilità…

… Chi sta “all’esterno” poco sa della vita ristretta.

“Un buon rapporto con il proprio corpo è alla base dell’autostima femminile, necessaria per intraprendere la cosiddetta rieducazione” e questo le DONNE del club Soroptimist lo hanno colto bene, dedicando gran parte delle loro giornate alle coetanee fragili restituendo loro quella DIGNITÀ che spesso entrando in carcere facilmente si perde.

Solo 8 le detenute ristrette presso l’istituto penitenziario Barcellonese, che vanta però grazie alla Direttrice, la dr.ssa Romina Taiani, e a tutto lo staff educativo penitenziario e sanitario un metodo rieducativo attento e concentrato al benessere e all’integrazione sociale.

DURANTE tutta la serata si è evinto lo spirito umano con il quale il gruppo Soroptimist si è distinto per sensibilità e restituzione alle stesse detenute della possibilità di non perdere di vista se stesse, materialmente e psicologicamente.

DIFATTI, attraverso il Progetto “LA CURA DI SÉ”, è stato possibile stimolare le detenute ad una crescita personale e professionale, all’accettazione di sé iniziando dalla cura della persona per poi migliorare il proprio aspetto in un contesto dove a volte ciò viene trascurato.

L’IDEA della serata CONCLUSIVA del Progetto CURA DEL SÉ si costruisce nel mese di febbraio, su richiesta della direttrice Taiani, chiedendo al club Soroptimist di iniziare una collaborazione CON una imprenditrice locale, Angela Gitto (settore abbigliamento), pensando ad un evento fashion “Oltre il muro del pregiudizio” appunto espletato durante la serata di ieri, in cui le partecipanti “ristrette” hanno avuto la possibilità di mettere in pratica quanto appreso durante i laboratori creativi curati dalle socie del club, sfilando in passerella integrandosi al mondo esterno insieme anche ad amiche “speciali” quali Maria Andaloro e Rossella Cannavò che insieme ad altre donne si sono messe piacevolmente in gioco!

LA SERATA, apparentemente incentrata sulla Sfilata, contiene ben più reconditi significati, che “non intendono voltare la pratica rieducativa ad una spettacolarizzazione”, tiene a precisare il presidente del Club Soroptimist in accordo con tutto il gruppo societario, la dott.ssa Agata Finocchiaro che attenta alle dinamiche umane e relazionali ha lasciato spazio a chi era giusto nella serata fosse protagonista.

L’attenzione e la delicatezza non sono doti che facilmente risiedono nell’essere umano, ma le donne della Soroptimist hanno avuto la capacità di fondersi nella vita carceraria delle detenute, (esperienza non facile)… un pugno allo stomaco che richiede assenza di pregiudizio e totale riconoscimento dei Propri limiti…

Ciò ha permesso sia alle ristrette che al mondo esterno di apprendere che presenza e costanza restituita a queste donne… rappresentano possibilità di riscatto.

A coronare la serata il club ha omaggiato gli ospiti di un rinfresco che ancora una volta ha sancito il senso di rispetto e accoglienza che sono alla base dei principi morali e societari di queste donne eccezionali.

Il Club intende ringraziare la direttrice della Casa Circondariale, Romina Taiani, e tutto il personale educativo, sanitario e di sorveglianza. Tutti coloro che hanno contribuito alla riuscita dello stesso:
1. POLITECNICA S.R.L. (TORREGROTTA)
2. PROFUMERIA LEONE (VENETICO)
3. PROFUMERIA GRASSO (MESSINA)
4.“DITTA PAONE dal 1920” AZIENDA AGRO-ZOOTECNICA (SCALA TORREGROTTA)
5. DONATELLA FIORENTINO CAKE DESIGN (SPADAFORA)
6. ARCOBALENO Addobbi Floreali (VILLAFRANCA TIRRENA)
7. PASTICCERIA VENEZUELA (GIAMMORO-PACE DEL MELA)

“Il senso del sacrificio è l’assoluta umiltà necessaria per agire pur sapendo che non vedremo i risultati”

(Alejandro Jodorowsky)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*