Con “Aragoste di Sicilia” prosegue la brillante edizione del XIII Premio Teatrale “Musco”

Print Friendly, PDF & Email

Milo – Domani, alle ore 21,nello splendido “Anfiteatro Comunale Lucio Dalla” di Milo, nuovo appuntamento con il XIII Premio Nazionale Teatrale “Angelo Musco” diretto artisticamente da Mimì Scalia, organizzato dal Comune di Milo (Ct), dalla Regione Sicilia, dalla FITA Sicilia e dall’Associazione Culturale Filocomica Sant’Andrea di Milo.

Sotto i riflettori l’associazione Associazione Culturale “Dietro le Quinte” di Milazzo (Me) in scena con “Aragoste di Sicilia” di Gianni Grimaldi e Bruno Corbucci, adattamento di Romano Bernardi, per la regia di David Amalfa – 31/07/2019 ore 21, Teatro Comunale Lucio Dalla di Milo.

Sinossi e Note di regia

“Aragoste di Sicilia è una spassosa pièce costruita sulla comicità ironica e destabilizzante della maschera grottesca rappresentata dallo stereotipo del maschio siciliano, soprattutto di quello dei nostri giorni, improntato sulla smania da prestazione e sulla necessità di dover essere sempre bello, in forma ed all’altezza della situazione. Si tratta di tre atti di assoluto divertimento in cui il protagonista, Carlo Danieli, industriale donnaiolo e scanzonato, maschio siculo doc, affetto da incontenibile gallismo, finalmente si decide a sposare la giovane Elena che, contestatrice a rovescio, ha voluto restare illibata fino al giorno delle nozze. dopo anni di bella vita con segretarie, straniere e portinaie, per una cena a base di aragoste in un albergo di Taormina, il focoso e irrefrenabile Carlo, da leone si trasforma in un “molto” mansueto gattino, andando incontro ad una disfatta sotto le lenzuola tanto da sorprendere l’ingenua mogliettina, inesperta ma non stupida. La voce della sua disavventura si sparge per tutto l’albergo e tanti, troppi personaggi iniziano a roteare attorno alla coinvolgente vicenda rendendola travolgente attraverso una serie di accattivanti intrecci mai scontati. I quasi quarant’anni trascorsi tra la prima edizione e l’attuale messa in scena, nonostante la naturale evoluzione del costume e dei gusti della società, sembrano non esistere perché al pubblico vengono offerti mille spunti, equivoci e doppi sensi che assicurano il divertimento, tramite freschezza, immediatezza interpretativa e spontaneità del testo. Da non trascurare poi anche le figure femminili che, sul palco, mostrano tre universi di donna totalmente differenti e che, a ben guardare, portano lo spettatore a non concentrarsi solo sulla dinamica della trama che sembrerebbe rivolgersi al protagonista, ma verso questi tre modi di essere donna ben rappresentati e delineati dalla scrittura del testo originale e qui adattati in epoca attuale”.

personaggi interpreti
carlo danieli david amalfa
elena, la moglie laura brigulio
virginia, la suocera marilena de pasquale
dott. franchetti antonio andaloro
celestino, il cameriere andrea gitto
arturo magrini rosario doddo
laura, sua moglie maria lombardo
maruska tindaro pagano

*

Di seguito – così come selezionate dalla giuria presieduta dall’Avv. Vincenzo Zappulla, presidente dell’istituto Storia dello Spettacolo Siciliano, e formata dalla prof.ssa Sarah Zappulla Muscarà (docente Letteratura Italiana, Letteratura Teatrale italiana, Storia del Cinema), dal sig. Turi Giordano (attore e regista), dal sig. Agostino Zumbo (attore e regista), dal sig. Fabio Costanzo (attore), dal dott. Gianfranco Barbagallo (avvocato specialista in Diritto dell’Arte e Legislazione dello Spettacolo, consigliere regionale FITA Sicilia) e dal sig. Luciano Patanè (in rappresentanza del Comune di Milo),– si esibiranno nel Teatro Comunale Lucio Dalla di Milo:

–       Associazione culturale “Carma” di Bagnara Calabra (Rc) in scena con “1861 La brutale verità” di Michele Carilli, per la regia di Michele Carilli e Lorenzo Praticò – 01/08/2019 ore 21, Teatro Comunale Lucio Dalla di Milo;

–       Compagnia “Imprevisti e Probabilità” di Formia (Lt) in scena con “Neapopuli. Errando nell’Invisibile” di Giovanbattista Basile e Italo Calvino, adattamento di Raffaele Furno, per la regia di Raffaele Furno – 02/08/2019 ore 21, Teatro Comunale Lucio Dalla di Milo.

La serata “Milo Premia il Teatro” che si terrà – ingresso libero – al Teatro Comunale Lucio Dalla di Milo, alle ore 21, sabato 3 agosto 2019, con ingresso libero, che sarà condotta dal giornalista Salvo La Rosa e vedrà, tra gli altri, la presenza, in qualità di ospite d’onore, special guest, dell’acclamato artista Mario Incudine (Premio alla carriera), che sarà premiato in quantopersonaggio tra i più rappresentativi della nuova world music italiana,e che, per l’occasione, regalerà, come nel suo stile, indimenticabili momenti di spettacolo.

Nel corso della serata sarà assegnata una Targa alla Memoria all’attore Gilberto Idonea, scomparso lo scorso Ottobre, per l’occasione interverranno il figlio Alessandro Idonea e la moglie prof.ssa Raffaella Oliveri.

UFFICIO STAMPA 4PRESS

Addetta Stampa Grazia Calanna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*