Carmelo Caccamo e Salvo La Rosa ci raccontano “Una storia tutta da ridere”

Print Friendly, PDF & Email

ZAFFERANA- Impossibile non farsi trascinare dalla dirompente simpatia e inarrestabile energia di Carmelo Caccamo in coppia con Salvo La Rosaentrambi protagonisti dello spumeggiante spettacolo “Una storia tutta ridere”, prodotto da MediaManagerArtists, per l’applaudita rassegna “Etna in scena” che, tra momenti di pura comicità, musica, balli ed anche qualche delicato momento di riflessione, ha conquistato la gremita platea dell’anfiteatro Falcone e Borsellino di Zafferana ottenendo generosi applausi e numerose standing ovation.

Un vero happening all’insegna del divertimento dove Salvo La Rosa coinvolto da Carmelo Caccamo e la sua band con l’incursione finale di Chiara Anicito in arte “Cammela la mamma di Santino” ha dialogato, da giornalista di razza qual è, con la pittoresca “signora Santina” cercando di conoscere meglio Caccamo come uomo ed artista.

Due ore abbondanti di spettacolo vissute con quella sana voglia di non prendersi mai troppo sul serio ironizzando suivizi, le virtù e le differenze caratteriali tra i siciliani e i milanesi. Diversi gli argomenti raccontati:dalla politica alle esasperate ed esasperanti vacanze familiari conmoglie e suoceratroppo esigenti, sfogliando alcune pagine più intime della vita dell’attore catanese, che giocando  sulla sua fisicità punta sottolineare che la bellezza di ogni singolo individuo è insita nella sua naturale diversità.

Grande sprint per il tour regionale a suon di musica tra le più belle città d’Italia con applausi senza sosta per le canzoni popolari siciliane cantate da tutti i presenti che difficilmente sono riusciti a rimanere seduti al loro posto.

Sorpresa finale per i 56 anni di Salvo La Rosa che a mezzanotte ha visto arrivare la ballerina Aureliana Spina, con una torta gigante in suo onore tra l’affetto del pubblico e il divertito Carmelo Caccamo che è riuscito a tenere nascosto l’inaspettato pensiero per il compagno di viaggio di questa spassosa “storia tutta da ridere”.

Ufficio Stampa

Elisa Guccione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*