Disfatta Benetton

Print Friendly, PDF & Email

Dopo la bella partita di sette giorni orsono, seppur conclusasi con una sconfitta, alzi la mano chi si aspettava una Benetton Treviso così inconcludente e inetta come quella vista ieri sera in casa del Connacht.

Allo Sportsground di Galway si è assistito ad un incontro a senso unico, durante il quale i biancoverdi trevigiani, ieri in bianco, si sono dimostrati parecchio fallosi e incapaci di giocare quel rugby che ci avevano fatto ammirare con il Leinster.

A partire forte sono i verdi irlandesi che passano in vantaggio subito, già al 4° minuto, con un piazzato dell’apertura Conor Fritzgerald.

Quattro minuti dopo i padroni di casa recuperano un ovale nella propria metà campo e Kyle Godwin è bravo ad infilarsi in un corridoio lasciato sguarnito dalla difesa trevigiana e ad andare a schiacciare in meta. Fritzgerlad non centra i pali. 8-0.

Evidentemente la serata non è quella buona perché, per quanto i Leoni provino ad attaccare, sono sempre gli avversari a concretizzare le loro azioni di attacco. Al 19° i padroni di casa vanno in meta con Caolin Blade e cinque minuti dopo tornano a marcare con Tom McCartney. Con i quattro punti di Fritzgerald fa 22-0 e la partita sembra già chiusa. Al Connacht a questo punto manca solo la meta del bonus, e i verdi la segnano ad inizio secondo tempo, ancora con Blade.

È solo adesso che, finalmente, la Benetton fa vedere che in campo c’è anche lei. Ian Keatley si insinua nella difesa avversaria, poi apre a Luca Sperandio che chiude in meta. 29-5.

Purtroppo però è solo un fuoco di paglia. Connacht riprende in mano il pallino del gioco e ristabilisce subito le distanze con la seconda marcatura di Tom McCartney.

Poi è un monologo irlandese, con la difesa trevigiana che prova in tutti i modi a non farsi superare. Ci riesce per una ventina di minuti ma poi capitola, al 75°, per mano di Kieran Marmion per il 41-5 finale.

Gli uomini di Kieran Crowley devono dimenticare in fretta la disfatta di ieri e pensare a rifarsi già sabato prossimo quando saranno di scena sul campo degli Ospreys.

Benetton Rugby: 15 Luca Sperandio, 14 Leonardo Sarto (52’ Ian McKinley), 13 Joaquin Riera (49’ Ignacio Brex), 12 Alberto Sgarbi (C), 11 Monty Ioane, 10 Ian Keatley, 9 Luca Petrozzi (60’ Charly Trussardi), 8 Toa Halafihi (52’ Lodovico Manni), 7 Giovanni Pettinelli, 6 Marco Lazzaroni, 5 Eli Snyman (2’ Marco Fuser), 4 Niccolò Cannone, 3 Michele Mancini Parri (60’ Filippo Alongi), 2 Tomas Baravalle (40’ Engjel Makelara), 1 Derrick Appiah (40’ Cherif Traore)
Head Coach: Kieran Crowley

Connacht: 15 Tiernan O’Halloran (65’ John Porch), 14 Stephen Fitzgerald, 13 Kyle Godwin, 12 Peter Robb, 11 Matt Healy, 10 Conor Fitzgerald (55’ Tom Farrell), 9 Caolin Blade (53’ Kieran Marmion), 8 Paul Boyle, 7 Jarred Butler (C), 6 Eoghan Masterson (65’ Sean Masterson), 5 Quinn Roux (46’ Ultan Dillane), 4 Gavin Thornbury, 3 Finlay Bealham (50’ Dominic Robertson-McCoy), 2 Tom McCartney (55’ Shane Delahunt), 1 Paddy McAllister (53’ Denis Buckley)
Head Coach: Andy Friend

Marcatori: 3’ p. C.Fitzgerald, 8’ meta Godwin, 19’ meta Blade tr. C.Fitzgerald, 24’ meta McCarteny C.Fitzgerald, 43’ meta Blade tr. C.Fitzgerald, 48’ meta Sperandio, 51’ meta McCartney, 75’ meta Marmion tr. Godwin

Guinness PRO14, The Sportsground, Galway 5/10/2019 Connacht vs Benetton Rugby Connacht’s Matt Healy and Luca Sperandio of Benetton Mandatory Credit ©INPHO/James Crombie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*