Debutta il 28 novembre al Teatro del Canovaccio lo spettacolo “Le tre corde”, di Antonella Sturiale, regia di Saro Pizzuto

Print Friendly, PDF & Email

La diciottesima stagione del Teatro del Canovaccio esordisce con lo spettacolo “Le tre corde”, scritto da Antonella Sturiale e diretto da Saro Pizzuto.

Liberamente ispirato alla commedia “Il berretto a sonagli”, il testo nasce da un’intuizione di Saro Pizzuto e sviluppata da Antonella Sturiale, la quale ha dato e corpo e voce ai due personaggi “minori” dell’opera, il galantuomo e romantico Cavaliere Fiorica e la dolce sognatrice Nina.

“Cosa succederebbe se provassimo a immaginarli dieci anni dopo? Che fine avranno fatto e cosa avranno imparato dalle tempeste della vita?”.

Mentre nella vicenda narrata da Pirandello i due protagonisti rimangono silenti e appartati in un angolo come se i fatti non appartenessero loro, in questo originale lavoro, invece, si esprimono, raccontando di sé e della loro scelta additata dalla società con il marchio infamante del tradimento, confessandosi con il cuore in mano e rivelando il mistero della loro relazione in un crescendo di emozioni, turbamento e commozione.

Un atto unico in cui le “tre corde” sono corde vere, simbolo delle prigioni in cui l’umanità intera è rinchiusa ma che si possono tuttavia trasformare in meravigliosa libertà.

Musiche originali del maestro Alessandro Cavalieri.

Con Fiorenza Barbagallo, Maria Grazia Cavallaro, Iolanda Fichera, Domenico Fiore, Luciano Leotta, Pippo Marchese, Saro Pizzuto e Agata Raineri.

Movimenti coreografici: Agata Raineri.

Dal 28 novembre all’8 dicembre.

Orario spettacoli

28-29-30 novembre: ore 21

1 dicembre: ore 18

6-7 dicembre: ore 21

8 dicembre: ore 18

Per informazioni e prenotazioni telefonare al numero: 3914888921

Anna Alberti

Responsabile Ufficio Stampa “Teatro del Canovaccio”

LE TRE CORDE

di Antonella Sturiale

Regia di Saro Pizzuto

Con Fiorenza Barbagallo, Maria Grazia Cavallaro, Iolanda Fichera, Domenico Fiore, Luciano Leotta, Pippo Marchese, Saro Pizzuto e Agata Raineri

Movimenti coreografici: Agata Raineri

Scenografia: Gabriele Pizzuto

Costumi: Chiara Viscuso

Musiche originali del maestro Alessandro Cavalieri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*