Quinta sconfitta per la Benetton

Print Friendly, PDF & Email

Si è chiusa oggi, con una sconfitta, la quinta su sei incontri, la stagione europea della Benetton Treviso. Ma nonostante l’ultimo posto nella poule, questa non dev’essere archiviata come fallimentare perché i trevigiani hanno dimostrato di poter giocare alla pari (quasi) con tutti.

La sconfitta di oggi non fa invece testo perché i biancoverdi avevano di fronte una superpotenza rugbystica, quel Leinster finora imbattuto in tutte le competizioni.

Si inizia con la Benetton che si piazza nella metà campo irlandese, con giocate veloci e azioni multifase. Però la difesa del Leinster tiene. I blu irlandesi oltrepassano la linea di metà campo solo al 10° con un calcetto a seguire di James Lowe che non sortire alcun effetto.
Nei minuti che seguono sono i padroni di casa a fare la partita, con il Leinster che subisce la forza della Benetton. I trevigiani scelgono al 14° di calciare in touche una facile punizione. Nelle succe ssive azioni una serie di falli dei blu costringono l’arbitro a mandare sulla panca dei cattivi Caelan Doris, ma un successivo fallo biancoverde vanifica tutto.
La partita è a senso unico. Il Leinster di tanto in tanto ha qualche fiammata che però viene subito spenta dai padroni di casa.
Solo intorno al 30° gli ospiti riescono a portarsi nella metà campo trevigiana con più frequenza, ma la difesa regge. Al 34° però il risultato si sblocca. Un fallo trevigiano nei propri 22 offre su un piatto d’argento 3 punti agli ospiti. Ross Byrne non si fa pregare. 0-3.
Su questo risultato si va al riposo.
Al ritorno in campo il Leinster, già qualificato al turno successivo,, cambia marcia ma la Benetton però non vuole essere da meno e così la partita diventa ancora più bella e combattuta.
Al 42° Irne Herbst va a riposare per 10 minuti ma la superiorità numerica porta solo 3 punti agli irlandesi, al 52° è Byrne a centrare i pali. 0-6.
La Benetton un po’ alla volta va spegnendosi, probabilmente paga il grande sforzo compiuto fino a quel momento, e così sono gli irlandesi a tenere sempre di più in mano il pallino del gioco.
Al 60° arriva la prima metà dell’incontro, la marca Doris al termine di una tambureggiante azione sui 5 metri trevigiani. Byrne non trasforma. 0-11.
5 minuti dopo c’è la seconda metà irlandese, che arriva da maul che prende il via da una touche sui 5 metri e la segna James Tracy. Byrne questa volta trasforma. 0-18.
Adesso la partita sembra senza storia. La Benetton prova a rispondere agli attacchi avversari installandosi stabilmente nella metà campo avversaria, ma senza nessun risultato concreto.
L’incontro si chiude così sul 0-18.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*