Il suggestivo Super Bowl

Print Friendly, PDF & Email

Si è svolta la notte scorsa la 54° edizione del Super Bowl, finale del campionato della National Football League, all’interno del magnifico Hard Rock Stadium di Miami, Florida.

A contendersi l’ambitissimo trofeo i San Francisco 49ers e i Kansas City Chiefs, i quali sono riusciti a salire sul gradino più alto del podio e a trionfare, con un punteggio di 31 a 20. I Kansas City Chiefs vinsero la quarta edizione del Super Bowl contro i Minnesota Vikings e dopo ben cinquant’anni eccoli nuovamente festeggiare.

Una manifestazione, questa, seguitissima da tutto il mondo e trasmessa da tutte le reti nazionali e internazionali, infatti l’Italia ha potuto guardare l’evento su Canale 20 firmato Mediaset.

Un Super Bowl davvero esplosivo ed elettrizzante, in apertura la splendida voce di Demi Lovato, la quale ha intonato l’inno americano. Dieci anni fa la cantante e attrice aveva espresso un desiderio “Un giorno mi esibirò nell’half-time show del Super Bowl”. Accontentata ma a metà, visto che a padroneggiare nei minuti di pausa sono state le carismatiche Shakira e Jennifer Lopez che con un medley dei loro singoli più famosi hanno fatto infuocare l’intero stadio. Inoltre ad accompagnare per qualche minuto sul palco le pluripremiate cantanti, gli artisti J Balvin e Bad Bunny e la figlia di J-Lo, Emma, che ha duettato con la madre sulle note di “Let’s get loud”.

Ma un Super Bowl non è un Super Bowl se non riesce a far emozionare. Infatti prima dell’inizio le squadre hanno voluto omaggiare uno dei migliori giocatori dell’NBA, Kobe Bryant e la figlia Gianna, morti il 26 gennaio in un’incidente con l’elicottero, nel quale persero la vita altre sette persone e Chris Doleman, giocatore di football americano scomparso all’età di 58 anni a causa di un tumore cerebrale.

Un evento che non ha fatto mancare nulla ai suoi tifosi, una partita combattuta ma equilibrata, un’apertura intrinseca di emozioni e musica e un half-time degno di nota. Cosa si vuole di più?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*