La Caritas Diocesana e la Curia di Catania sospendono tutti i servizi a partire dal 12 marzo c.a.

Print Friendly, PDF & Email
Fotografia di A. Sturiale

La Caritas Diocesana, in accordo con la Curia di Catania, ha disposto la chiusura di tutti i servizi a partire dal 12 marzo e fino al 25 marzo, salvo ulteriore proroga stabilita dal Presidente del Consiglio dei Ministri in osservanza al dpcm 11 marzo 2020, poiché non può garantire per gli assistiti, i volontari e gli operatori, quelle protezioni anti-contagio covid – 19  necessarie per contenerne il diffondersi.

Pensiamo, con enorme rammarico a tutte quelle persone che quotidianamente si rivolgono alla Caritas per poter sopravvivere a causa, tra gli altri, della riduzione delle risorse umane e degli assembramenti non facilmente gestibili degli assistiti nei pressi dell’Help Center della Stazione Centrale.

«Un gesto, quello della sospensione dei servizi, che consideriamo di estrema sofferenza» ha dichiarato don Piero Galvano, direttore dell’organismo diocesano, che ha comunicato la decisione in seguito a un ragionato confronto con altre Caritas nazionali e con la Curia di Catania. «A Catania ci sono almeno un centinaio di senza dimora, e circa 55mila in tutta Italia – ha aggiunto don Piero Galvano – e pertanto chiediamo alle Istituzioni e alla Protezione Civile di pensare anche a loro in questi momenti di estrema difficoltà, perché la loro fragilità e l’assenza di una casa li espongono ancora maggiormente a questa situazione. Pertanto voglio rivolgere un appello perché si facciano carico, in questo momento di difficoltà, dell’aiuto nei confronti di queste persone».

Non li dimentichiamo.

(12/03/20)

Fonte Caritas Catania

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*