Cina, uomo muore per Hantavirus

Print Friendly, PDF & Email

Non bastava il Covid-19, ora in Cina, la morte di un lavoratore per l’Hantavirus suscita grande preoccupazione tra gli esperti e la popolazione, perché potrebbe esserci uno scoppio di questa nuova patologia in primavera.

La malattia ha colpito un uomo che stava viaggiando, lunedì, insieme ad altri 29 lavoratori, dalla provincia dello Shanxi alla provincia dello Shandong, e che ha iniziato a sentirsi male ed è morto lo stesso giorno, nonostante le cure tempestive.

Al momento, comunque, la diffusione dell’Hantavirus non è stata segnalata da nessuna parte, se si eccettua l’episodio isolato dell’uomo cinese.

Che cos’è l’Hantavirus

L’Hantavirus può essere trasmesso inalando l’aria contaminata dall’escrezione e dalle urine degli infetti o anche attraverso il sangue.

Questa patologia era apparsa per la prima volta nel secolo scorso, quando 3000 soldati americani e sudcoreani morirono.

La malattia ha preso il nome dalla zona dove era apparsa per la prima volta, sulle rive del fiume Hantan, in Corea.

Il virus infetta prima i ratti e causa la malattia tra di loro e poi la trasmette agli esseri umani se toccano l’urina, la saliva, le feci o i materiali di nidificazione di un ratto o di altri roditori infetti e poi si toccano bocca, naso o occhi.

L’infezione da uomo a uomo è molto rara anche se si è verificata, in passato.

I sintomi dell’hantavirus sono simili a quelli dell’influenza, ma la malattia può rapidamente avere complicanze, con esito fatale.

Può dare febbre, brividi, dolori al corpo, mal di testa, nausea, vomito,dolore addominale, eruzione cutanea (macchie rosse), tosse secca (seguita dall’insorgenza di difficoltà respiratorie).

Nei casi gravi, può dare febbre emorragica, colpendo polmoni e reni.

Ogni anno la malattia riappare tra maggio e giugno o tra ottobre e dicembre, provocando centinaia di morti nelle aree rurali di Cina, Russia, Finlandia e Svezia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*