Ritorna la Champions Cup di rugby

Print Friendly, PDF & Email

Questo weekend segna la ripresa tanto attesa della Champions Cup con i quarti di finale dell’edizione 2019/2020 che propongono quattro incontri appassionanti tra squadre che hanno tra le loro file numeri internazionali. In Gran Bretagna e in Irlanda gli incontri si giocheranno a porte chiuse mentre in Francia l’accesso agli stadi sarà a numero contingentato, in accordo con le direttive sanitarie locali.

Quando ormai mancano solo tre settimane prima di conoscere finalmente il campione d’Europa, sabato ci sarà intanto una partita da non mancare tra il Leinster, che ha appena vinto la finale del PRO14, e i Saracens, campioni d’Europa in carica, per quella che è un remake della finale 2019.

L’incontro, che si giocherà all’Aviva Stadium, sarà il quinto confronto tra i due club in Coppa d’Europa. Il Leinster si era imposto tre volte prima che i Saracens non li avessero dominati nella scorsa stagione a Newcastle. Quella vittoria ha permesso al club londinese di aggiungere un terzo titolo al sua palmares europeo, appena dietro il Leinster che detiene il record di quattro vittorie insieme a Tolosa.

Tra i giocatori che questo weekend dovrebbero scendere in campo, Jackson Wray giocherà il suo 250° match per i Saracens, mentre Ian Whitten degli Exeter Chiefs e Courtney Lawes dei Northampton Saints parteciperebbero al loro 50° match in Champions Cup, se dovessero giocare nel duello al 100% inglese tra le due squadre al Sandy Park.

La partita di domenica sera sarà la prima nella storia delle fasi eliminatorie del torneo a disputarsi in questo stadio del sudovest dell’Inghilterra. Perché il solo altro quarto di finale di Exeter si è giocato nel 2016 alla Ricoh Arena e la trasformazione all’ultimo minuto di Jimmy Goppert aveva dato la vittoria ai Wasps.

L’altro incontro tra club dello stesso campionato opporrà sabato l’ASM Clermont Auvergne e il Racing 92 allo Stadio Marcel-Michelin, il loro secondo incontro in tre anni in quello stadio per la stessa competizione. Dopo che Leone Nakarawa ha condotto la sua squadra alla vittoria nel 2018, Clermont ha realizzato a domicilio un filotto di otto vittorie consecutive.

Questo match è il solo quarto di finale della Champions Cup in cui le due partecipanti sperano di scrivere per la prima volta il loro nome nel palmares del torneo. Perché sui 13 trofei che condividono le otto squadre, cinque sono detenuti tra Tolosa e Ulster, che si affrontano domenica allo stadio Ernest-Wallon. Da annotare che l’Ulster ha il vantaggio statistico nei confronti tra le due squadre poiché la provincia irlandese ha vinto cinque incontri contri i tre dei tolosani, tra cui un quarto di finale a Belfast prima di vincere il trofeo nel 1999.

Al momento non è chiaro se e quale emittente italiana trasmetterà gli incontri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*