La Passalacqua in semifinale di Supercoppa

Print Friendly, PDF & Email

Inizia bene la stagione ufficiale della Passalacqua Ragusa, con una vittoria sul Geas Sesto San Giovani che vale la semifinale di Supercoppa Italiana.

Eppure la partita non era partita nel migliore dei modi per la formazione iblea, che era scesa sul parquet del PalaRomare di Schio con il freno a mano tirato. Fortunatamente anche le lombarde non sembravano essere al top così gli errori a canestro si susseguivano, da una parte e dall’altra, e metà primo quarto il punteggio (0-11) pur essendo a favore del Geas lasciava ancora ampi margini di recupero. Più che altro faceva specie vedere un incredibile zero nel tabellino delle iblee.

Superata la metà del quarto qualcosa iniziava a cambiare, le bocche da fuoco biancoverdi iniziavano a colpire e a pochi secondi dal primo intervallo le ragusane impattavano sul 13 pari per poi chiudere il quarto sul 14-15. Grandi assenti Nicole Romeo e Chiara Consolini, stranamente ferme a 0 punti.

Anche nel secondo quarto si continua a segnare poco. Al 7:30 solo due punti per parte, poi la Geas aggiusta la mira e allunga fino al +7 (16-23) al 5:30. La Romeo dà segni di vita poco dopo con due punti dalla lunetta e poi nulla. Si va però al riposo lungo sul 28-30.

Se finora le due italiane da cui ci si aspettava tanto hanno latitano, le due straniere, Marshall e Kuier hano invece fatto la loro parte.

Nel secondo tempo la musica cambia, pian piano la Romeo entra in partita, e la Passalacqua un po’ alla volta allunga le mani sulla partita.

Al 7:58 c’è la tripla dell’italoaustraliana e Ragusa per la prima volta si porta avanti nel punteggio (33-32).

La Passalacqua prova ad allungare ma Sesto San Giovanni tiene botta. Almeno fino a metà quarto. Poi tre triple consecutive, prima della Kuier, poi della Marshall e infine della Tagliamento, mettono un po’ di distanza tra le due squadre. Si va all’ultima pausa sul 46-42.

L’inerzia del gioco è ormai tutto dalla parte iblea. Al 7:19 la Passalacqua raggiunge il massimo vantaggio (54-44) e per alcuni minuti le lombarde sembrano al tappeto. Poi la Gwathmey scalda la mano e sembra riuscire a riaprire la partita. Al 4:33 i punti di vantaggio per il quintetto di coach Recupido si è ridotto a soli 3 punti (57-54).

A questo punto salgono in cattedra la Romeo e la Kuier, con i loro canestri, a tenere a galla la propria squadra. Negli ultimi secondi la Geas prova a rientrare in partita facendo falli a ripetizione ma è ormai troppo tardi e alla sirena finale il tabellone indica 70 per la Passalacqua e 64 per Sesto.

Domani, alle 20, sempre con diretta sul canale della Legabasket Femminile, le ragusane contenderanno il posto in finale alle padrone di casa del Famila.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*