La Passalacqua si ferma in semifinale

Print Friendly, PDF & Email

Niente da fare per la Passalacqua Ragusa contro la Famila Schio. Troppo grande la differenza tra le due squadre, almeno stasera. Le ragusano non sono mai state in partita, subendo lo strapotere, a tutti i livelli, delle scledensi. Fin da Schio subito ha imposto il proprio gioco, con le biancoverdi incapaci di rispondere ai canestri delle padrone di casa. Con il passare dei minuti tra le due squadre si è scavato un solco, che è andato crescendo man mano che il tempo scorreva,

Il primo quarto si chiude sull’imbarazzante punteggio di 27 a 8.

La musica non cambia negli altri quarti. Nel secondo e nel terzo la differenza di punteggio si stabilizza intorno ai 20 punti. Al riposo lungo si va sul 42 a 21, mentre il terzo quarto si chiude sul 57 a 37.

Nell’ultimo quarto, la Passalacqua riesce a fare peggio rispetto a quanto fatto nei tre precedenti periodi. Al 4:25 Schio raggiunge il massimo vantaggio, +30, 76 a 46. Poi, forse le scledensi mollano un po’, forse le ragusano hanno uno scatto d’orgoglio, le ragazze di coach Recupido recuperano portandosi fino al 76 a 58, ma la partita è ormai compromessa e al triplice fischio il tabellone indica il punteggio di 82 a 60.

Il Familia così raggiunge la finale, dove domani pomeriggio affronterà Venezia che, nel pomeriggio ha battuto, con punteggio ancora più netto, Lucca.

La Passalacqua torna invece a casa con consapevolezza di non essere al livello delle due corazzate, Schio e Venezia, di non esserlo quanto meno in questa momento della stagione. Ma ciò che conta non è vincere adesso, per quanto in palio c’era un importante trofeo, quanto provarci a fine stagione. E per quello, considerando anche l’assenza della Harrison, c’è tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*