VIII Premio Efesto, rimandata la premiazione

Print Friendly, PDF & Email

CATANIA- La cerimonia di premiazione dell’VIII edizione del Premio Letterario Nazionale Efesto città di Catania – insignito nel 2013 dalla Medaglia della Presidenza della Repubblica e nel 2014 dalla Medaglia della Presidenza della Camera, organizzato come consuetudine da Santino Mirabella, magistrato presso il Tribunale di Catania, scrittore e presidente dell’associazione culturale Efesto da anni impegnato nel campo della cultura – che da anni è celebrata poco prima delle feste natalizie a causa delle vigenti normative anticovid è rimandata a data da destinarsi. “Di comune accordo con l’intera giuria e il comitato organizzativo- dichiara Santino Mirabella- abbiamo deciso di spostare la premiazione appena le disposizioni governative ci permetteranno di tornare a teatro tra la gente, poiché una serata di gala dedicata al mondo dell’arte e della cultura come quella del Premio Efesto, appuntamento imperdibile per tutti i catanesi, realizzata in una piattaforma online andrebbe a svilire l’impegno e la cura di anni di lavoro”. Tante le novità di quest’edizione, che alle tre sezioni dedicate alla memoria di Edo Gari– poesia in lingua; Ercole Patti– racconto breve; Mariella Lo Giudice – testo teatrale; si aggiunge quella dedicata alla musica intitolata a Rori Grasso. “Sin dalla prima edizione- continua Mirabella- abbiamo concepito la serata conclusiva come uno spettacolo teatrale e come tale è necessario dare ai premiati e al pubblico presente, ogni anno più numerosi, il giusto spazio e il doveroso momento di gratificazione personale durante la consegna dei premi sul palcoscenico”. Punti di forza della longeva iniziativa culturale la genuinità e l’entusiasmo con il quale sin dal primo anno la kermesse letteraria è stata accolta non solo in Italia ma anche all’estero con partecipanti dal Canada e dal Brasile. “La partecipazione a quest’VIII edizione- aggiunge Santino Mirabella autore di numerosi libri come, in ordine di tempo, “L’Illazione” dedicato alla parabola umana ed artistica di Lelio Luttazzi- è stata molto copiosa. Ad ogni sezione sono state inviate numerosi e validi elaborati, che hanno reso non facile il compito dei giurati di decretare i vincitori”. L’idea del premio letterario nasce dalla volontà di fare un omaggio ad Edo Gari, grande magistrato e ottimo artista che non ha abbandonato il suo amore per il teatro nemmeno dopo essere entrato in magistratura, all’indimenticabile Mariella Lo Giudice, al genio letterario di Ercole Patti e all’indimenticata voce e al basso di Rori Grasso dei Crabs dando la possibilità ad autori di poter esprimere la propria arte e il proprio pensiero. “Il Premio Efesto- conclude l’organizzatore- si pone l’obiettivo di diffondere e promuovere la letteratura in tutte le sue forme esercitando costantemente la funzione di osservatorio delle tendenze e delle proposte culturali contemporanee ed anche quest’VIII edizione marchiata dal Covid, appena i tempi ce lo permetteranno, avrà lo spazio e la luce che merita”. I finalisti saranno avvisati tramite e-mail e/o comunicazione telefonica, nonché sulla pagina facebook dell’ Associazione.

Ufficio Stampa Elisa Guccione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *