Il sogno di Favour: missione torte e dolci

Print Friendly, PDF & Email

Esiste l’arte che può essere intesa ed interpretata nel senso più vasto del termine, insomma a 360 gradi. L’arte manuale ossia di creare attraverso l’uso delle proprie mani, è una mansione che oggi compete non a tutti ma, per passione e vocazione, ritorna sempre più, dal passato al presente perché ciò che è  stato, prima o dopo ritorna ed è un a risorsa il fatto che ritorni per ripescare le radici che col tempo, andrebbero altrimenti perse. Ogni tanto è bello guardarsi intorno, perché ci sono cose talmente meravigliose da guardare che solo per mancanza di tempo spesso e volentieri non lo si fa e farlo, personalmente fa sognare, restituisce il gusto del passato, il senso di famiglia e di casa che ci insegnavano insistentemente da piccole. Oggi è il turno di Favour, una donna, mamma e moglie di nazionalità nigeriana che ha insediato il suo presente sul territorio Alto atesino dopo un lungo e travagliato percorso, nel tentativo di integrarsi come tanti altri esseri umani che hanno compiuto il medesimo viaggio al fine del miglioramento. Molti di loro riescono ed è un orgoglio citare queste storie che ci insegnano il vivere, nonostante le ardue disavventure. Lei è una donna abbastanza giovane e forte, ha trovato il coraggio di andare avanti e credere nel suo sogno che le ha donato lo spiraglio di luce per guardare al futuro; questa speranza ha un nome “La torta di Favour”, “Favour’s cake”. Le sue mani valgono oro ma più che le sue mani, il tutto parte dal cuore e dall’ingegno che nasce dalla simbiosi tra mente e cuore. Quelle create dalla nostra amica Favour, non sono semplici e banali creazioni che si trovano in pasticceria e che copiano modelli e stili già esistenti; lei coglie dagli occhi dei suoi clienti, accoglie le idee e gli obbiettivi da raggiungere attraverso i suoi dolci fatti di burro, amore, pastelle colorate di rosa, viola, azzurro e bianco, ossia le sue tinte pregnanti. Avvolge di cuori, corallini argento ed oro, scritte gelatinose e ricami incantevoli per grandi e piccini per svariate occasioni da festeggiare, cerimonie nuziali, compleanni, anniversari, ricorrenze di ogni genere. La cosa essenziale che Favour compie attraverso le due missioni è metterci il cuore, lavorare notte e giorno fino a creare quello che renderà speciale il suo evento rendendo felice chi lo ha richiesto. Una giovane donna che è riuscita a tramutate il suo dolore in forza di crescere portandosi a coronare il suo sogno; un sogno che ha ancora molta strada da compiere per il raggiungimento di un traguardo finale: un negozio tutto suo, all’interno del quale tramuterà la sua vocazione in una vera e propria attività lavorativa. Oggi Favour crea sui forni e sui fornelli di casa sua trasformata in una piccola parte di mondo che è tutto suo, dove fare, disfare è qualcosa che somiglia molto ad uno stato di catarsi. Quando lavora, non disturbiamola. Il suo creare è accompagnato e sostenuto dall’ appoggio di suo marito che collabora alle creazioni, ecco quel connubio meraviglioso che si accosta all’equilibrio della perfezione. Mentre impasta i suoi miscugli la melodia della sua voce è un incanto tutto da ascoltare ed ecco come queste storie semplici e meravigliose regalano quel senso di amore e famiglia che non tutti ritrovano più per molti fattori sociali ed umani. Sono i valori che volendo ma, solo volendo, possono essere ripresi e farne tesoro per il nostro patrimonio umano. Beh, Favour ci insegna che non bisogna cessare di credere fermamente ai propri sogni perché solo credendoci e dando ad essi una forma personale, si possono realizzare in modo concreto ed attraverso essi, essere felici in questa vita, unica e sola. Buona fortuna piccola Favour, spero che il tuo progetto si realizzi in pieno e doni ad altri, la gioia di crederci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *