Ven. Ago 19th, 2022
Print Friendly, PDF & Email

Secondo atteso appuntamento con il Teatro Classico di Salvatore Guglielmino, che sabato 6 agosto, alle ore 21.00, nell’imponente scalinata della Cattedrale di Noto andrà in scena con “Orfeo- Opera ispirata ai poemi di Ovidio Poliziano e Virgilio”. Evento patrocinato dalla Regione Siciliana assessorato al Turismo Sport e Spettacolo e dalla Città di Noto per una produzione Esclarmonde Eventi. “La figura di Orfeo- spiega Salvatore Guglielmino autore del testo, della regia e delle musiche suonate dal vivo- è raccontata in diversi modi per stimolare lo spettatore alla riflessione sull’egoismo narcisistico del protagonista, che si sente al centro dell’universo per regalare agli altri il semplice ruolo di sudditi o comparse descrivendo con occhio critico l’attuale crisi di valori, di responsabilità e di affetti che stiamo attraversando”. La pièce non è la semplice storia del musico greco innamorato follemente della ninfa Euridice, interpretata da Francesca Pulvirenti con Marta Limoli nel ruolo di Persefone, ma approfondirà attraverso le anime dei protagonisti i sentimenti d’amore e morte amalgamati perfettamente tra loro, per raccontare il presente rivedendo un passato su cui nei secoli si è basata la nostra società. “In tutto l’atto unico- continua il regista dell’opera Musico-Teatrale che sulla scena presterà volto ed anima ad Orfeo- si respira l’indissolubile legame tra vita e morte dove la prima cerca nei più disparati modi di annientare la seconda e si attingerà dalla traccia millenaria dei miti per trovare una possibile soluzione per i tanti problemi che attanagliano l’animo umano, inserendo la musica per raggiungere con maggiore immediatezza il cuore della gente”.

Ufficio Stampa Elisa Guccione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.