Mer. Set 28th, 2022
Print Friendly, PDF & Email

Si è conclusa poco fa, al Palaminardi di Ragusa, la conferenza stampa di presentazione del nuovo staff tecnico della Passalacqua basket.

Il primo a prendere la parola è stato Salvatore Padua, vicepresidente responsabile della società, che ha manifestato il suo entusiasmo per la stagione che sta per prendere il via, augurandosi che insieme al suo ci sia l’entusiasmo del pubblico ragusano.

Ha preso poi la parola il nuovo assistant coach, Beppe Carboni. «Per me l’emozione di essere qui è grande. Finora le mie esperienze nel basket femminile sono state di un livello inferiore a quelle che potrò vivere qui a Ragusa. È un onore essere qui e poter allenare atlete di primissimo piano».

Quindi è stata la volta di Yvan Baglieri, altro volto nuovo dello staff tecnico ragusano, almeno a livello di prima squadra, considerando la sua esperienza nel basket giovanile ibleo. «Sono contento. Dopo tutta la trafila nel basket giovanile, dal minibasket al campionato di serie B, mi aspettavo questa chiamata ma ciò non toglie che sia molto emozionato per il fatto di essere stato chiamato a collaborare con coach Diamanti».

Era presente anche il capitano delle biancoverdi, Chiara Consolini. «Per me è un nuovo inizio, anche in considerazione del fatto che l’infortunio dell’anno scorso mi ha praticamente fatto perdere tutta la stagione. C’è entusiasmo e spero che come squadra si riesca presto a trovare un’identità».

Infine ha parlato il nuovo coach ibleo, Mirco Diamanti. «Naturalmente anche io sono contento di essere a Ragusa. Sarei potuto venire alla Passalacqua in tante occasioni, adesso finalmente ci sono. E ne sono entusiasta perché Ragusa è una piazza importante, protagonista del basket femminile da un decennio. Ogni allenatore aspira ad allenare una squadra importante, io lo sto per fare. Ho sempre visto la Passalacqua come un ambiente societario equilibrato e sereno, e queste sensazioni si stanno adesso confermando. Mi è stato chiesto che tipo di gioco vorrò dare a questa Passalacqua. Non c’è una risposta precisa e definita perché non si sempre si può costruire la squadra che si vorrebbe. Questa volta, un po’ perché alcune giocatrici hanno scelto di andare via, ho potuto fare delle scelte, ma poi ci si deve confrontare con il parquet. Potrei dire che vorrei una squadra dinamica e aggressiva, ma preferisco dire che vorrei una squadra che vince [ride, ndr]».

Considerando il recente grave infortunio di Martina Spinelli, è stato chiesto se la società sarebbe tornata sul mercato.

«Ormai è difficile trovare atlete di un certo livello. Per questa stagione avevamo deciso di avere in organico nove atlete senior, aggregando la decima scegliendola tra le più meritevoli della formazione giovanile. Per il momento abbiamo pensato di aggregare in pianta stabile due giovani ed eventualmente tornare sul mercato più avanti».

Nel pomeriggio si terrà il primo allenamento, seppur a ranghi ridotti. Dal 2 settembre l’organico sarà al completo, straniere comprese. Da qui all’inizio del campionato sono previste un paio di amichevoli, tutte con formazioni siciliane, mentre il Memorial Passalacqua è stato fissato il sabato 17 settembre. Avversaria delle iblee sarà il Campobasso. Il campionato prenderà il via il 2 ottobre, con l’Opening Day di Cagliari. Le prime avversarie delle biancoverdi saranno le ragazze del Bruschi San Giovanni. Debutto casalingo il 9 con Venezia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.