Mer. Nov 30th, 2022
Print Friendly, PDF & Email

La vendita di vino online e più in generale di bevande alcoliche è diventata una nicchia sempre più popolare di e-commerce. Come è successo con altri beni di consumo, le vendite di vino online sono cresciute in modo significativo dopo l’inizio della pandemia di COVID-19.

In Italia, l’e-commerce del vino merita una certa attenzione, in quanto il Paese è uno dei principali produttori, esportatori e consumatori di vino d’Europa e del mondo. Nei primi 9 mesi del 2022 il caro prezzi generale vissuto in Italia ha avuto una forte ripercussione anche sul mercato del vino in generale, le cui vendite sono scese del 6,9% rispetto al 2021. Dal canto suo, il mercato del vino online cerca di limitare i danni proponendo ai consumatori tante opzioni, offerte ed alternative e conquistando così una maggiore fetta di mercato.

Una recente indagine sul settore vinicolo italiano ha indicato che i canali online rappresentano oggi il quattro per cento del valore del mercato del vino in Italia. C’è dunque ancora un certo ritardo nello sviluppo di questo settore rispetto ad altri paesi come gli Stati Uniti, il Regno Unito e la Francia, ma si osserva anche una progressione maggiore in percentuale e la previsione è di arrivare al 6% entro il 2025. Tra i vini italiani che hanno fatto registrare una maggiore crescita nelle vendite online troviamo il Primitivo di Manduria tra i vini rossi, con un +65% nel primo semestre del 2022. Tra i bianchi impressiona la crescita del Lugana (+54%), mentre al top tra i rosati troviamo un altro vino pugliese, il Salento Igt, con una crescita del +86% a dimostrazione del boom che stanno vivendo i vini pugliesi. Tra gli spumanti invece si conferma al primo posto il Prosecco, nostro portabandiera in tutto il mondo.

Le grandi aziende vinicole italiane hanno sicuramente investito molto negli ultimi anni nella digitalizzazione ma non hanno mostrato la stessa capacità nell’implementare piattaforme di e-commerce di successo come avvenuto per i pure players, ovvero quegli operatori che si dedicano esclusivamente alla vendita di vino online, come le enoteche. Pochi marketplace specializzati in vino e liquori dominano l’e-commerce del vino italiano, grazie a un’eccezionale crescita registrata nella prima metà del 2020 e consolidata poi nel 2021 e 2022. Inoltre, si sono posizionati come negozi online leader nel segmento food and beverage, superando anche il multicanale alimentare rivenditori in termini di vendite nette. In alcuni casi il fatturato annuo di queste enoteche online raggiunge i 50-70 milioni di euro.

A queste due tipologie di operatori (cantine ed enoteche) si somma un terzo elemento molto interessante: i motori di ricerca vino. Se a livello mondiale una delle piattaforme più famose è Wine Searcher, in Italia questo ruolo viene svolto in maniera egregia da Trovino che mette a confronto i prezzi e le offerte di centinaia di enoteche per un totale di oltre 93 mila bottiglie di vini online tra cui scegliere, coprendo così ogni opzione di acquisto e permettendo agli utenti di risparmiare.

Il wine shopping sta inevitabilmente cambiando in Italia, così come anche i gusti dei consumatori. Basti pensare alle vendite online di vino biologico che in Italia e nel mondo sono cresciute del 13,4 per cento rispetto al 2020. Altro fattore da considerare è la disponibilità economica degli acquirenti, che sono per lo più millennials. Un quinto dei compratori di vino online è disposto a spendere più di 10 euro per una bottiglia di vino, il che dimostra l’interesse degli italiani per i vini di grande qualità ed anche di fascia premium. Il miglioramento dei servizi di consegna a domicilio specialmente nelle aree urbane ha dato una grande spinta alle attività di Winelivery, ovvero il servizio di consegna veloce di vino e bevande alcoliche. Un’altra innovazione portata da internet riguarda la possibilità di prenotare online degustazioni di vini presso cantine o produttori, favorendo così lo sviluppo di un nuovo tipo di enoturismo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *