I due partiti responsabili del disastro greco e che si sono alternati al potere per decenni dopo la stagione dei colonnelli (perchè la Grecia, come l’Argentina ha conosciuto una stagione di colonnelli) probabilmente formeranno un governo,  il governo che tanto piace alla Europa della Merkel e di Monti. Un governoRead More →

Oggi solenni funerali di Stato di Placido Rizzotto a Corleone alla presenza del Capo dello Stato che ieri ha presenziato il ventennale di Falcone e domani si recherà anche a Portella della Ginestra per rendere omaggio ai caduti della prima grande strage di mafia-Stato e c’entrano anche gli americani (leggereRead More →

Ieri sciopero di due ore all’Ansaldo di Genova contro il terrorismo. Uno sciopero voluto dai piani alti di Cgil, Cisl, Uil, presieduto da Guglielmo Epifani ex segretario generale della CGIL. Uno sciopero che dà per scontata la matrice terroristica dell’attentato all’Ing.Adinolfi e che recupera una grande stagione di impegno deiRead More →

La vittoria di Hollande in Francia vittoria di stretta misura ma vittoria ha scompaginato i disegni di veloce americanizzazione dell’Europa stabiliti alla Casa Bianca insieme ai programmi di invasione e distruzione delle nazioni a cultura diversa da quella occidentale come l’Iran e la Siria e probabilmente anche l’Algeria (prima oRead More →

Il Presidente Monti sta facendo un lungo viaggio in Asia allo scopo di fare propaganda -come afferma- alla “nuova”Italia e per convincere ad investire nel nostro Paese strombazzando la sua riforma del mercato del lavoro che, costi quel che costi, presto sarà fatta e consentirà facili assunzioni a buon mercatoRead More →

Nella vicenda della riforma del mercato del lavoro colpiscono alcune stranezze che la rendono peculiare e le danno un inquietante carattere patologico. Mi sono domandato perché dal momento che il governo attribuisce la necessità di riformare l’art.18 ad una pressione della BCE e dei mercati internazionali non accetta la propostaRead More →

Onore alla CGIL che resiste impavida alla canea che pennivendoli ed oligarchi politici le hanno scatenato contro! Onore alla sua segretaria generale che si riconnette alla gloriosa tradizione della CGIL di Di Vittorio, Fernando Santi, Vittorio Foa, Luciano Lama ergendosi a difesa del diritto dei lavoratori a non essere considerati allaRead More →

Nel decennale della morte di Marco Biagi mentre mi  unisco a coloro che  condannano l’assassinio quale arma di punizione o di risoluzione di problemi politici o sociali, mi dissocio da quanti, a cominciare da Napolitano, strumentalizzano la ricorrenza della tragedia  per esaltare i valori e le scelte che lo studioso fece.  Valori eRead More →

Sotto la guida di Napolitano le celebrazioni del 150° dell’Unità di Italia hanno fatto una rilettura reazionaria, retorica, oscurantista di una storia che va riraccontata di sana pianta e che è stata la storia di annessioni più o meno violente aiutate dalla Francia a favore del suo Stato satellite dellaRead More →

Ho votato al gazebo di Via Campolo dopo aver fatto la fila per oltre un’ora. Una fila che si rinnovava continuamente con l’arrivo di nuove persone. Una partecipazione importante di elettori tutti disciplinatamente in attesa del proprio turno muniti di euro, tessera di identità e certificato elettorale. Trascrivo le impressioni cheRead More →

È scandalosa e da condannare non soltanto la condizione materiale delle carceri e dei carcerati italiani che non è solo problema di sovraffollamento da vagone nazista delle celle ma anche di abbassamento della qualità della reclusione a cominciare dal cibo e dai servizi ma sopratutto di mancato rinnovamento delle normativeRead More →

Mascariare in lingua siciliana non vuol dire soltanto tingere o imbrattare. Significa qualcosa di più: dipingere una maschera a proprio piacere su colui o coloro che si vogliono diffamare. Il movimento dei Forconi sta subendo grandinate di attacchi specialmente da coloro che sono interessati all’immobilità  e si sentono disturbati daRead More →

Se un governo si propone di smantellare lo status sociale di tante categorie di lavoratori o di professionisti sostenendo che la tutela dei loro interessi specifici è contraria all’interesse generale della società (un refrain che trovate in tutta la stampa liberista di destra e di “sinistra”) e si serve diRead More →

La sinistra che legge il Manifesto e Liberazione è critica verso il movimento dei forconi che sta scuotendo dalle fondamenta la Sicilia. Le organizzazioni sindacali dei lavoratori a cominciare dalla mia CGIL esprimono giudizi negativi e  dubbi dietrologici sul cui prodest del movimento che accomuna contadini operai disoccupati autotrasportatori.  InsommaRead More →

Mi aspettavo molto di più dal discorso del Presidente del Consiglio. Dopo avere sentito tanti elogi sulla sua capacità  e sulla sua serietà, considerato il suo curriculum, pensavo che si sarebbe avvicinato ai problemi dell’Italia e del mondo da un punto di vista più alto, più onesto, più umano eRead More →

L’area liberal e della cosiddetta “sinistra non comunista”  (pd, sel, idv, verdi) si compiace di rintracciare una causa parlamentare italiana alla caduta di Berlusconi, alle sue repentine dimissioni da Capo del Governo che fino a martedì scorso  sembrava dovessero avvenire  tra un mese. Tutto è stato anticipato. I tempi sonoRead More →