A Seoul di fronte alla cattedrale cattolica di Myeongdong,si può vedere un piccolo albero di Natale molto originale
Sui suoi rami non ci sono le solite decorazioni ma rifiuti riciclati: bottiglie di yogurt lavate, vecchi compact-disc e lattine: l’illuminazione delle luci inoltre viene da un generatore collegato ad una bicicletta
Read More →

Il dissidente cinese Liu Xiaobo è stato condannato il mattino di Natale a 11 anni di reclusione:la condanna era attesa ma appare molto più grave del previsto.
Il processo, svoltosi alcuni giorni, fa era durato solo due ore e mezza, come in uso in Cina
Liu, 53 anni, intellettuale e accademico, ha già passato anni in prigione per aver sostenuto il movimento di Tiananmen,Read More →

Il Grande Ayatollah Hossein Ali Montazeri è morto a Qom a 87 anni.Fu contrario alla commistione fra religione e politica che per altro è estranea anche alla tradizione millenaria degli sciiti. Era solito dire che la religione debba essere separato dalla politica, perché in questo modo, siamo in grado di mantenere l’integrità della religioneRead More →

Il giornale filo governo Jahan News riporta voci secondo le quali Ahmadinejad sarebbe in contatto con un misterioso Mahdi (in arabo: inviato da Dio ) la cui comparsa sulla terra sarebbe imminente. Il giornale critica aspramente il fatto che il presidente e i suoi collaboratori lascino che queste voci circolino nel paese e li avvertono delle gravi conseguenze che possono avere.Read More →

La corte costituzionale Turca ha messo al bando il principale partito curdo accusandolo di avere legami con i combattenti separatisti.
La corte ha ordinato lo scioglimento del “Partito della società democratica” (DTP) ed ha vietato ai suoi dirigenti di partecipare ad altri partiti politici per cinque anni. Inoltre il leader del partito Ahmet Turk è stato espulso dal parlamento turco.Read More →

Ha destato non poche preoccupazioni nel mondo economico la crisi finanziaria di Dubai, il grande centro turistico e commerciale negli Emirati Uniti: le società di Dubai devono miliardi di dollari alle banche inglesi e asiatiche. e le banche devono ingoiare gran parte di quel debito. La notizia ha portato ad una sensazione di déjà vu pochi mesi dopo la crisi finanziaria mondiale partita da Wall street e allargatasi al mondo intero.Read More →

Fino all’epoca di Mao le abitazioni in Cina erano costituite solo da casupole simili alle nostre baracche delle periferie cittadine degli anni 50, simili a quelle cantate da Pasolini, per intenderci.
Ora quella sconfinata distesa di casupole va man mano sostituita da una foresta di immensi e moderni grattacieli: ma tutto questo ha un prezzo sociale.Read More →

Giungono notizie di sanguinosi attentati in Iraq che ormai non fanno piu “notizia” per la loro monotona quotidianità. Per comprendere pure una parte delle ragioni di tanto insensato terrorismo presentiamo un servizio di al Jazeera sui sentimenti degli iracheni verso Saddam nella zone di Tikrit, città natale del rais dalla quale trasse la maggior parte dei propri collaboratori e che favori sempre particolarmente.Read More →

Com’era stato previsto, si sono avuti violenti scontri fra la polizia e studenti presso la Università di Teheran. Secondo fonti vicino alla protesta e a Moussavi, il leader sconfitto nelle elezioni di giugno, decine di migliaia di manifestanti sono stati dispersi con gas lacrimogeni e la polizia ha dovuto sparare in aria. Già da ieri le autorità iraniane avevano limitato l’acceso ad internet, ai siti a alle e-mali e impedito l’uso dei telefonini Read More →

In Cina vi sono molte chiese cristiane, quasi tutte cattoliche. Devastate e chiuse in epoca maoista sono state in maggior parte riparate e riaperte ai fedeli. Fino a un recente passato, prima della costruzione dei grattacieli moderni, costituivano opere grandiose e meravigliose per i cinesi nella cui tradizioni non esistevano edifici di tale altezza e maestosità in quanto nella tradizione cinese gli edifici hanno strutture in legno e quindi hanno modesta levatura: anche per questo molte chiese cristiane sono state dichiarate patrimonio culturale nazionale. Read More →

In molte zone povere dell’india vi un movimento detto axalita (da un villaggio indiano in cui nacque) che si ispira alle teorie di Mao Zedong
Essi sono diffusi in 13 dei 28 Stati dell’India. L’epicentro storico e strategico è il Bengala occidentale ma vi un cosi detto “corridoio rosso” che dal Nepal e dal Bengala si estende negli stati Bihar, Jharkhand, Chhattisgarh, Orissa, Maharashtra e Andhra Pradesh
Read More →